ius

Varie fonti affermano che la parola ius deriva dal sanscrito, un'antica lingua indoeuropea, che significa unire o legare, e le derivazioni di "ius" sono "iudex" che significa giudice, "iurisprudentia (giurisprudenza) e" giustizia che significa giustizia; mentre altre fonti affermano che la parola ius è l'equivalente nella nostra lingua alla parola "giusto" e che è usata per designare ciò che è buono e giusto. Il termine ius è usato nel campo del diritto e secondo Ulpiano giurista romano di origine fenicia che affronta la citazione del filosofo greco celso del 2 ° secolo definisce lo io come «l'arte del bene e dell'equo».

ius

Nell'antica Roma lo Ius era compreso o attribuito all'insieme o al gruppo di principi e norme che erano equi e buoni per gli uomini, ma che inizialmente erano confusi con il termine "fas" che erano le norme che emanavano dalla divinità chiamato anche diritto divino, che ha dato pieno contenuto a "ius". Un atto, a quel tempo, era completamente legale e lecito se la volontà divina veniva consultata; ma l'uomo aveva la capacità necessaria per staccare o liberare così il religioso dagli esseri umani.

Alcuni termini usati nell'antica Roma per dare un significato a ius sono :

Legge oggettiva, che sono il gruppo di norme che costituiscono un sistema legale chiamato anche legge positiva.

Espressione rituale o rituale.

Legge soggettiva, è il diritto o l'azione giurisdizionale di un individuo di richiedere ad un altro di fare o fare qualcosa in particolare.

Anche per descrivere la fase procedurale di un processo.

E, come detto prima, si manifesta come buono ed equo. Tra gli altri

Raccomandato

Metodo scientifico
2020
Sviluppo sostenibile
2020
cibo
2020