ipnoterapia

È lo stato di massimo rilassamento della mente umana nel suo stato naturale. Pertanto, l'ipnotizzatore porta la persona a quello stato di benessere attraverso indicazioni specifiche. L'ipnosi può essere utilizzata in terapia con l'obiettivo di consentire al paziente di connettersi in modo più profondo con il suo mondo interiore e di rispondere alle domande in modo più chiaro e sincero.

ipnoterapia

Una persona che esegue l'ipnosi ha il potere di guidare le persone attraverso linee guida specifiche verso uno stato di rilassamento.

In generale, le persone cercano questo tipo di terapia contro lo stress e l'ansia, può anche essere usato come metodo di supporto per smettere di fumare, può anche essere uno strumento per aiutare nel trattamento di una fobia . Da un altro punto di vista, è anche possibile utilizzare l'ipnoterapia per superare alcune barriere, come l'insicurezza personale e la timidezza.

In quasi tutte le culture, e in tempi diversi, la trance è stata utilizzata come mezzo visionario di guarigione . In alcuni rituali, è il guaritore o il prete che entra in trance e, in altri, è il paziente che lo fa.

Oggi, la trance ipnotica continua ad essere indotta come una forma di accesso a quell'altra "mente" che si nasconde dietro la coscienza, il subconscio, sia per ottenere informazioni da essa, sia per riorganizzare vecchie credenze, abitudini o attaccamenti.

Nel 2001, la Commissione Affari Professionali della British Psychological Society ha commissionato la ricerca sull'ipnosi e le sue applicazioni. Per questo, è stato formato un comitato di lavoro, il cui rapporto finale è The Nature of Hypnosis è sul sito web della British Psychological Society, è liberamente accessibile e ha il permesso esplicito di riprodursi. Questo rapporto afferma che: l' ipnosi è una materia valida per lo studio e la ricerca scientifica ed è anche uno strumento terapeutico comprovato.

Si può confermare che in Occidente, il primo a usare l'ipnosi come la conosciamo oggi è stato Franz Anton Mesmer, un medico austriaco interessato a studiare gli effetti del magnetismo sui pianeti e sugli esseri viventi. Nel 1773 riuscì a curare un paziente a Vienna che soffriva di convulsioni e applicava magneti sul suo ventre, il che le dava notorietà. Ha quindi viaggiato a Parigi, il centro del mondo moderno, e lì ha continuato a studiare gli effetti dei magneti.

Raccomandato

riproduzione
2020
viscosità
2020
911 emergenze
2020