ipertricosi

L'ipertricosi è anche conosciuta come sindrome del lupo mannaro, è una condizione molto insolita, manifestata dalla crescita di una quantità eccessiva di capelli. Gli individui che soffrono di questa strana malattia hanno i capelli completamente coperti, ad eccezione dei palmi delle mani e della pianta dei piedi, ci sono diversi tipi di capelli e questi possono essere densi e lunghi, che in alcuni casi possono misurare fino a più di 25 centimetri di lunghezza. Questa malattia può manifestarsi in modo localizzato o generalizzato nel corpo. Esistono diverse opzioni favorevoli per il trattamento dell'ipertricosi, questa non è una condizione pericolosa e può essere lasciata non trattata.

ipertricosi

Esistono diverse disparità di ipertricosi: lombosacrale focale, lanuginosa e congenita . Nell'ipertricosi lanuginosa, la crescita dei capelli è uniforme in tutto il corpo, ad eccezione della pianta dei piedi e dei palmi delle mani. I capelli sono abbastanza fini e setosi in questa malattia. In questa classe di ipertricosi, la più comune è che la persona ha contratto questa anomalia genetica dalla nascita, tuttavia, può mostrare in seguito. In alcuni casi la quantità di capelli diminuisce, sebbene non sia mai possibile rimuoverli completamente.

Nell'ipertricosi ereditaria, le persone colpite hanno i capelli più folti, principalmente nella zona del viso. In questo momento, è noto che questo problema è direttamente correlato a un'alterazione dei cromosomi X. D'altra parte, l'ipertricosi lombosacrale si distingue anche per il nome della coda del fauno . Ciò si riferisce all'aumento dei capelli nella zona lombosacrale. Questa caratteristica dell'irsutismo è mostrata al momento della nascita e dura fino all'età adulta della persona.

L'ipertricosi può avere origine in seguito all'ingestione di alcuni farmaci anabolizzanti, a causa di disturbi metabolici, o come preludio alla comparsa del cancro.

Ma i più comuni sono congeniti ed ereditari, che sono ciò che di solito chiamiamo sindrome del lupo mannaro.

Raccomandato

antropico
2020
continente
2020
amusia
2020