iperinflazione

Questo termine si riferisce all'aumento elevato e continuo dell'inflazione in un paese, dove i prezzi dei prodotti crescono in modo incontrollato, mentre il valore della valuta viene costantemente svalutato e i cittadini subiscono una grave riduzione della loro ricchezza monetaria. È obbligatorio per un paese misurare l' aumento dell'inflazione, che in un'economia stabile e normale deve variare ogni anno, tuttavia, soffrendo di iperinflazione, gli economisti devono misurarlo in periodi di tempo più brevi, nei casi più estremi deve essere effettuato mensile.

iperinflazione

Molti economisti lo definiscono "un ciclo inflazionistico senza tendenza all'equilibrio". C'è un grande dibattito tra questi in cui si cerca di conoscere il motivo per cui ha origine l'iperinflazione, alcuni assicurano che sia la conseguenza dell'inarrestabile aumento dell'offerta di moneta o di un forte degrado della valuta, nella maggior parte dei casi il Un paese che sta attraversando questa crisi ha subito guerre, allo stesso modo, le nazioni che soffrono di depressioni economiche e disordini sociali o politici, spesso vivono in iperinflazione.

Allo stesso tempo, si considera che si verifichi iperinflazione quando si perde la fiducia nella capacità della valuta locale di mantenere il suo valore, motivo per cui gli acquirenti vengono a chiedere un risarcimento dal proprio governo per accettare la propria valuta, ovvero creando un tasso di cambio che li favorisca. Ciò provoca un aumento dell'indice dei prezzi e un aumento dell'inflazione attuale, che potrebbe portare a un crollo del sistema monetario del paese.

Uno dei casi più noti su questo argomento è l'iperinflazione subita dallo Zimbabwe, un paese che nei primi anni 2000 ha subito una grande crisi economica causata dalla confisca di molte terre agricole da parte del governo e dal suo rifiuto di pagare il i suoi debiti con il Fondo monetario internazionale. Secondo i dati ottenuti, nel 2008 il tasso di inflazione annuale dello Zimbabwe era dell'89.700 trilioni di percento, il che ha causato un aumento del prezzo dei prodotti in media di 24 ore e ha promosso l'aggiornamento periodico del cono monetario, raggiungendo un banconote fino a 100 trilioni di dollari dello Zimbabwe. Grazie a ciò, nel 2009, il paese ha deciso di abbandonare la stampa della valuta locale, convertendo il dollaro USA e il rand sudafricano nelle valute standard per lo scambio. Attualmente, la valuta locale svalutata non circola nella nazione e l'inflazione è diminuita.

Raccomandato

Crosta terrestre
2020
consumo
2020
Punteggiatura
2020