introduzione

L'introduzione è composta da radici latine, in particolare la parola "introductĭo", "introductĭōnis", formata in modo lessicale dal prefisso "intro" che significa "interno", più "ducere" che significa "guida" e il suffisso "cion" che allude all'azione e all'effetto. Pertanto molte fonti descrivono la parola introduzione come l'azione e l'effetto di entrare o entrare, cioè accedere o penetrare in un luogo, inserire qualcosa in qualcos'altro, spostare qualcuno all'interno di un luogo, ecc. D'altra parte, un uso comune di questo termine è dato a quella parte iniziale di un testo, o lettera di presentazione di un lavoro accademico o di altra natura, il cui scopo è contestualizzare il testo che verrà presentato di seguito, e quindi lasciare il posto al sviluppo o corpo di un determinato argomento e infine le sue conclusioni.

introduzione

Normalmente nell'introduzione di un lavoro possiamo trovare un riassunto o una breve spiegazione dell'argomento che verrà sviluppato successivamente, oltre allo scopo della scrittura, cioè è un breve riassunto o informazione di ciò che verrà trattato durante l'intero lavoro o sviluppo Anche nell'introduzione, di solito vengono divulgate alcune importanti informazioni di base, che verranno quindi esposte nella parte centrale o nello sviluppo dell'argomento o del problema. Lo scopo principale dell'introduzione è quello di consentire al lettore di avere una buona comprensione dell'argomento, vale a dire, durante la lettura di questo sommario, possono avere un'idea di cosa tratta il testo, prima di iniziare la lettura come tale.

Infine, nel campo musicale la parola introduzione è usata per riferirsi a quella parte iniziale, di un'opera strumentale o di altra natura, che ha quasi sempre una breve durata. E secondo l'introduzione rae è, anche nella musica, il brano musicale che anticipa alcune opere teatrali .

Raccomandato

incidente
2020
Equità di genere
2020
previsione
2020