infantilismo

L'infanzia non può solo riferirsi all'eterna sindrome di Peter Pan dell'età adulta che mostra il desiderio di assoluta libertà e di evitare obblighi e impegni. Tuttavia, va notato che l'infantilismo si riferisce anche ai comportamenti che i bambini hanno e che non sono appropriati per il loro stadio della vita.

Ad esempio, ci sono bambini che, quando hanno un fratellino e sentono la cosiddetta Sindrome del Principe Deposto, cioè quando si sentono spostati al loro posto, possono avere comportamenti infantili che hanno già superato, come un risveglio. chiamali. ricevere affetto

infantilismo

Tuttavia; È anche conosciuta come sindrome di Peter Pan, come precedentemente menzionato un disturbo dello sviluppo della personalità, in cui il soggetto rifiuta di prendere il tempo e svolgere un ruolo da adulto. Questa sindrome non è accettata come patologia dal DSM. Il termine fu coniato dallo psicologo Dan Kiley nel 1983.

Il termine sindrome di Peter Pan è usato per designare un disturbo della personalità e appare per la prima volta nel libro "Sindrome di Peter Pan: uomini che non hanno mai maturato" (1983), del Dr. Dan Kiley. Questa sindrome non è accettata nel DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali).

Questa sindrome è caratterizzata dalla presenza di alcuni aspetti dell'immaturità, sociale e psicologica, accompagnata da disfunzioni sessuali. Si applica ai pazienti maschi, che hanno una personalità narcisistica e immatura. Man mano che il soggetto cresce, la sua percezione interna del sé rimane nell'infanzia.

Secondo Kiley, che ha questa sindrome, ha caratteristiche di ribellione, rabbia, irresponsabilità, narcisismo, dipendenza e non accettazione dell'invecchiamento, della manipolazione e della convinzione di trascendere le regole e le leggi. Non hanno capacità di empatia e non sono aperti al mondo degli adulti.

Raccomandato

embriologia
2020
cattolico
2020
io lavoro
2020