impollinazione

L'impollinazione è chiamata il processo attraverso il quale il polline passa dallo stame allo stigma, che è dove il fiore alla fine fertilizza e apre la possibilità di produrre semi e frutti. Nel frattempo, lo stame è l'organo floreale maschile che trasporta le sacche di polline, i generatori dei granelli di polline e lo stigma è la parte ricettiva del fiore.

La maggior parte delle colture che si sviluppano grazie alla pratica dell'agricoltura riescono a crescere a causa dell'impollinazione del vento, anche se, naturalmente, ci sono anche alcune specie che richiedono l'intervento di un animale affinché questo processo sia completato con successo.

impollinazione

La maggior parte delle colture che si sviluppano grazie alla pratica dell'agricoltura riescono a crescere a causa dell'impollinazione del vento, anche se, naturalmente, ci sono anche alcune specie che richiedono l'intervento di un animale affinché questo processo sia completato con successo.

Esistono due tipi di impollinazione, che tengono conto della fonte del polline: l'autoimpollinazione e l'impollinazione incrociata. Inoltre, l'autoimpollinazione può essere suddivisa in autogamia e geitogamia

L'impollinazione comporta il trasporto di polline dall'antera dello stame allo stigma del pistillo. Esistono due forme di impollinazione: diretta e incrociata.

L'impollinazione diretta ha luogo quando i granuli di polline degli stami di un fiore vengono rovesciati sullo stigma del fiore. Questa forma di impollinazione, sebbene sia più facile, tuttavia, non è così frequente e viene generalmente eseguita su fiori ermafroditi.

L'impollinazione indiretta si verifica quando i granuli di polline degli stami di un fiore cadono sugli stimmi di un altro fiore appartenente alla stessa pianta o un altro più o meno vicino, ma della stessa specie. Questo tipo di impollinazione è il più comune e produce i semi migliori. Il vento, gli insetti, gli uccelli, l'acqua e l' uomo intervengono nella sua realizzazione; essendo chiamato, rispettivamente, impollinazione anemofila, entomofila, ornitofila, idrofila e artificiale.

Le piante hanno fiori adattati a diversi tipi di agenti impollinatori, tra i quali spiccano: vento o impollinazione "anemofila", acqua, animali, insetti (uccelli, pipistrelli, roditori) chiamati "impollinazione entomofila" e altri agenti . I fiori che vengono impollinati dagli animali vivono con loro in un perfetto stato di mutualismo, il che significa che sia la pianta che l'animale sono necessari e dipendono l'uno dall'altro, la coesistenza favorisce lo sviluppo di entrambi e i benefici sono maggiori di i costi.

Le piante secernono il nettare che serve solo per nutrire gli animali impollinatori, ma l'impollinazione favorita dall'animale può essere altrettanto vitale, poiché almeno la sopravvivenza della specie produce un aumento della produzione di frutti e semi.

Raccomandato

Paleontología
2020
alpinismo
2020
l'outsourcing
2020