illegittimo

È la qualità che non consente a un oggetto o una persona di essere considerato legale, è stato concepito con benevolenza, cioè la sua creazione ed esistenza sono state il prodotto di una serie di fatti, che si caratterizzano per essere strutturati con fatti incerti. Tuttavia, è anche usato per descrivere un oggetto che manca di trasparenza o che i suoi creatori mancano di onestà. Per lo più, questo è visto come una qualità poco attraente e in qualche modo offensiva, professando che l'oggetto non è fondato su rigide leggi morali.

illegittimo

Tra gli usi più comuni del termine vi è il caso di figli illegittimi, che sono il risultato della relazione extraconiugale che può avere una delle due componenti dell'unione marito-moglie. È considerato illegale perché, al momento del concepimento, uno dei principi più importanti che impongono la moralità e i principi quando si contraggono le nozze viene infranto: l'obbligo di essere fedeli all'uomo o alla donna con cui si è uniti sempre. Come tale, i bambini nati in queste circostanze sono conosciuti come bastardi, sebbene sia stato visto, ai giorni nostri, come un insulto a qualsiasi individuo.

In campo legale, d'altra parte, illegittimo è un termine usato, normalmente, per elencare tutti i crimini commessi, noti anche come infrazioni, perché infrangono alcune clausole esplicite della legge. Uno dei casi più comuni è quello del sequestro illegittimo, che si caratterizza per essere una situazione in cui un oggetto, in possesso di una determinata persona, viene sequestrato utilizzando risorse illegali, per cui la sua proprietà è contestata in tribunale.

Raccomandato

rabbino
2020
giudizio
2020
Natale carol
2020