idrologia

È la disciplina che è specificamente responsabile dello studio della distribuzione delle acque sotterranee e interne e delle loro proprietà. Conoscere cos'è l'idrologia rappresenta un argomento ampio e vasto di analisi dell'acqua, aggiungendo anche umidità proveniente dal suolo, precipitazioni, masse glaciali, evapotraspirazione e deflusso. La definizione di questo termine è associata a diversi rami che sono: meteorologia, oceanografia, patologia, criologia, idrologia superficiale, tra gli altri.

idrologia

Che cos'è l'idrologia

Il concetto di idrologia è inteso come la scienza che è esclusivamente responsabile per lo studio della distribuzione dello spazio temporale e delle caratteristiche delle acque sotterranee e interne. All'interno di questo vasto e grande argomento di studio dell'acqua, precipitazioni, deflusso (che è uno strato d'acqua che passa attraverso un bacino di drenaggio), umidità che proviene dal terreno, evapotraspirazione (questo è il perdita di umidità subita da una superficie ed è legata alla traspirazione della vegetazione) e alle masse glaciali.

Gli spostamenti dei volumi di acqua sul pianeta sono responsabili per modellare la crosta terrestre, come è stato dimostrato nel ciclo geografico. Questa influenza è esposta con l'obiettivo di distribuire le concentrazioni rocciose coerenti e deboli, le alterazioni che le hanno influenzate e che sono essenziali nella definizione dei diversi rilievi.

Dobbiamo ricordare che un fiume è un corso d'acqua che attraversa un canale dalle montagne (altopiani) alle pianure e raggiunge il mare, o un fiume di raccolta o un affluente.

I fiumi sono distribuiti in reti. Un bacino idrografico è l'area completa che riversa le sue acque di deflusso in un unico fiume, acque che richiedono le particolarità di alimentare i suoli. D'altra parte, un bacino di drenaggio è l'area della superficie terrestre che viene drenata da un meccanismo fluviale unitario. Il suo circuito è determinato dall'interfaccia o dalla divisione.

I percorsi degli elementi idrografici sono definiti dall'adattamento o disadattamento alle distribuzioni tettoniche e litologiche, ma anche la distribuzione geologica agisce nella gestione delle reti idrografiche, fissandone l'evoluzione e la distribuzione.

La definizione di idrologia indica che lo studio di questa scienza inizia con le esplorazioni morfometriche del bacino, che comprende: demarcazione del bacino, altezza massima e minima, esame di lunghezza e area, indice di capacità, curva ipometrica, fattore di forma, pendenza media, profilo altimetrico del canale principale e caratterizzazione della rete di drenaggio.

«> Caricamento in corso ...

Cosa studia l'idrologia?

In particolare, ciò che studia l'idrologia è l' acqua e tutto ciò che si riferisce ad essa, come: da dove viene, il modo in cui è distribuito, il modo in cui viaggia, le proprietà chimiche, meccaniche e fisiche dell'acqua., sia negli oceani che sulla superficie e l'atmosfera della terra.

D'altra parte, questa scienza è anche dedicata allo studio di tutti i volumi di acqua che esistono sulla terra come i mari, le coste e le correnti, tutto ciò che studia l'idrologia.

Differenza tra idrologia e idrografia

C'è molta differenza tra idrologia e idrografia. Da un lato, l'idrografia è responsabile della descrizione e dello studio di tutti i corpi idrici sulla terra . Questa disciplina analizza, raccoglie e presenta i dati relativi al fondo oceanico, ai mari, alle coste e alle correnti.

Da parte sua, l'idrologia è incaricata di studiare l'acqua nell'atmosfera, l'umidità del suolo, le precipitazioni, l'evaporazione e, in generale, è incaricata di studiare il funzionamento dell'acqua sul pianeta.

Storia dell'idrologia

L'idrologia è una scienza che è stata studiata dal 4000 aC quando il fiume Nilo fu creato per ottimizzare l' agricoltura e le terre sterili. Gli acquedotti creati dai romani e dagli antichi greci e che furono costruiti anche in Cina, furono fatti per controllare l'irrigazione e le inondazioni. I singalesi usarono l'idrologia per costruire opere di irrigazione e crearono valvole per costruire dighe, bacini e canali.

Il primo a descrivere il ciclo idrologico fu Marco Vitruvio, che assicurò che le piogge entrassero nella superficie terrestre causando correnti nelle pianure.

I principali ricercatori dell'idrologia nell'era moderna erano Edme Mariotte, Pierre Perrault e Edmund Halley. Idrologia delle acque sotterranee sviluppata nel XIX secolo.

Già per il 20 ° secolo, i governi avevano i loro programmi di studio. Lo studio di questo dal 1950 ha avuto una base più teorica, grazie all'evoluzione della fisica dei sistemi idrologici, l'implementazione di computer e meccanismi di informazione, essenzialmente geografici.

«> Caricamento in corso ...

Periodi di idrologia

idrologia

In generale, i diversi autori riconoscono che ci sono 8 periodi di idrologia durante il suo sviluppo storico, che sono i seguenti:

Periodo speculativo

Ha avuto il suo ciclo dai tempi antichi fino al 1400 . Durante tutto questo tempo il concetto del ciclo idrologico fu ipotizzato da diversi filosofi. Per la maggior parte, le definizioni sviluppate in questa era si rivelarono errate, ad eccezione di quella data da Marco Vitruvio, il quale propose che le acque sotterranee fossero il risultato dell'infiltrazione delle acque piovane e dello scioglimento della neve.

Periodo di osservazione

Nel periodo noto come Rinascimento, tra il 1400 e il 1600, vi fu un progressivo cambiamento dal concetto di idrologia alla disciplina osservativa di quel periodo.

Periodo di misurazione

L'inizio di questa come disciplina moderna può essere stimato nel diciassettesimo secolo, con misurazioni, ad esempio: quelle effettuate sulla Senna a Parigi e nel Mar Mediterraneo, che i suoi ricercatori hanno raggiunto la conclusione esatta del fenomeno idrologico studiato. .

Periodo di sperimentazione

Nel corso del 18 ° secolo, tra il 1700 e il 1800, le indagini sperimentali sull'idraulica fecero grandi progressi e di conseguenza furono ottenuti diversi principi idraulici, ad esempio: la formula chezy, il teorema di Bernouilli e il piezometro, il Pitot, tra gli altri.

Periodo di modernizzazione

Il XIX secolo fu uno dei grandi periodi dell'idrologia sperimentale che ebbe inizio nel periodo precedente, segnando più saldamente l'inizio di questa scienza. Il suo più grande contributo è stato ottenuto attraverso la geoidrologia e l'idrometria.

Periodo dell'empirismo

Nonostante il fatto che molti moderni lavori di idrologia iniziarono nel XIX secolo, l'evoluzione dell'idrologia quantitativa era ancora immatura, diventando una scienza totalmente empirica.

Periodo di razionalizzazione

In questo ciclo, vengono creati grandi idrologici che utilizzano analisi razionali per risolvere i problemi idrologici posti. Un altro progresso in questo periodo fu l'installazione di un gran numero di laboratori idrologici e idraulici nel mondo.

Periodo di teorizzazione

In questo periodo le teorie hanno un ampio uso nei problemi idrologici, perché molti principi razionali proposti potrebbero essere soggetti a un vero studio matematico.

Filiali di idrologia

L'idrologia è strettamente legata ad altre branche o scienze che sono:

Meteorologia e idrometeorologia

La meteorologia e l'idrometeorologia sono entrambe una scienza, responsabile dello studio dei fenomeni atmosferici, come la pioggia, il vento o i drastici cambiamenti di temperatura, le proprietà dell'atmosfera e principalmente il rapporto con il tempo atmosferico e la superficie dei mari. e la terra.

La meteorologia e l'idrometeorologia prestano particolare attenzione alle condizioni superficiali delle aree urbanizzate, dove le conseguenze di forti tempeste hanno causato perdite umane e materiali.

oceanografia

idrologia

L'oceanografia è uno dei rami della geografia che studia i laghi, i fiumi, gli oceani, i mari e qualsiasi altra area del mondo acquatico sulla terra, studiando tutto ciò che è associato, dai processi fisici, geologici, biologici e chimici che sono ha origine nei mari e negli oceani. L'oceanografia è anche chiamata in diversi modi come oceanologia, scienze marine e scienze marine.

Idrologia superficiale

L'idrologia di superficie è il ramo responsabile dell'analisi delle acque interne. L'idrologia di superficie allo stesso tempo è divisa in:

  • Idrologia agricola.
  • Idrologia forestale.
  • Idrologia urbana.
  • Idrologia delle regioni aride e semi-aride.
  • Idrologia delle aree paludose.
  • Idrologia di controllo dell'inondazione o dell'inondazione.

limnologia

La limnologia è una branca dell'ecologia che studia tutto ciò che riguarda gli ecosistemi acquatici continentali, in altre parole, quegli ecosistemi acquatici situati nei continenti, la limnologia comprende solo fiumi, lagune, laghi, paludi, stagni ed estuari, lasciando anche quelli non continentali, ad esempio gli oceani e i mari.

«> Caricamento in corso ...

potamology

La potamologia è la scienza che si occuperà dell'analisi di tutto ciò che i fiumi hanno, come il loro flusso, i loro affluenti, la loro corrente e la loro importanza. La potamologia è una branca interdisciplinare della geologia.

idrogeologia

L'idrogeologia è una branca della geologia che studia le acque sotterranee in relazione alla sua circolazione, alla sua captazione e al suo condizionamento geologico. La definizione di idrogeologia indica che questa scienza è specificamente responsabile della formazione e dell'origine delle acque sotterranee, della sua diffusione, forma del serbatoio, regime, movimento e riserve, il suo stato (solido, liquido e gassoso), la sua interrelazione con le rocce e i suoli e le loro proprietà fisiche, batteriologiche, chimiche e radioattive

criologia

La criologia è la branca dell'idrologia che è responsabile dello studio della caratterizzazione delle masse di ghiaccio e neve . La criologia esplora tutti i fenomeni legati alle basse temperature.

Classificazione di idrologia

È classificato in quattro tipi:

Idrologia qualitativa

Determina le cause e le forme che causano la formazione di banchi di sabbia nei fiumi.

Idrologia idrometrica

Si concentra sul calcolo delle variabili idrologiche.

Idrologia quantitativa

Studia la distribuzione temporale delle risorse idriche in uno specifico bacino idrografico.

Idrologia in tempo reale

Trasmette, utilizzando sensori situati in una vasca, in tempo reale, i dati a una centrale per un'analisi e un processo decisionale immediati di natura operativa, come la chiusura o l'apertura di cancelli per un progetto idraulico specifico.

Raccomandato

Battisti
2020
oligarchia
2020
locanda
2020