Huracan

Un uragano è un vento molto forte proveniente dai mari tropicali, che ruota in un mulinello, trasporta l'umidità in quantità enormi e che, toccando le aree popolate, provoca generalmente danni distruttivi.

Il termine di uragano deriva dal nome che gli indiani Maya davano al dio delle tempeste e agli spiriti maligni. Viene anche spesso chiamato ciclo tropicale, anche in altre regioni ha un altro nome: tifone (Pacifico occidentale), baguio (Filippine), Willy-Willies (Australia), ciclone (estremo Oriente), Tannius (Haiti) o Cordonazo (Nord America o centrale).

Gli uragani hanno sistemi eolici molto veloci che si verificano nelle aree tropicali, quando la temperatura della superficie del mare è uguale o superiore a 27 ºC e si intensificano con movimenti circolari attorno a un centro di bassa pressione noto come l'occhio dell'uragano, di solito da 30 a 50 km di diametro. Le fasce nuvolose con aria circolante ruotano in senso antiorario nell'emisfero settentrionale e viceversa nel sud.

Esistono diverse regioni in cui sorge la presenza di uragani, come il Mar dei Caraibi, il Golfo del Messico, l'Oceano Atlantico occidentale, l'Australia settentrionale, il Golfo del Bengala, l'Indonesia meridionale, l'Oceano Pacifico occidentale, il Mar del Giappone, il Mar Arabico, tra gli altri. . Le uniche aree oceaniche tropicali esenti da questi fenomeni sono il Sud Atlantico e il Sud Pacifico.

Huracan

Gli uragani hanno venti con una velocità superiore a 118 km / h, il più delle volte sono accompagnati da piogge torrenziali e maree, essendo i fenomeni atmosferici più potenti e forti sulla Terra e possono durare fino a due settimane in condizioni atmosferiche adeguate.

Di solito sono classificati in 5 categorie in base alla scala Saffir-Simpson, in base alla velocità dei venti ed è utilizzato in molti paesi; sono classificati nella categoria 1 da 118 a 153 km / h, nella categoria 2 da 154 a 177 km / h, nella categoria 3 da 178 a 209 km / h, nella categoria 4 da 210 a 249 km / h e nella categoria 5, maggiore di 250 km / h.

Un uragano non significa solo un impatto dall'aria, ma può presentare effetti collaterali come onde, frane, inondazioni e tornado, trascinando così acqua, polvere, fango e oggetti pesanti che causano danni umani e materiali. Oggi ci sono radar, dispositivi di registrazione marini e satelliti meteorologici che forniscono dati sufficienti per tracciare i movimenti di ciascun uragano quasi dalla sua formazione.

Sebbene i migliori sistemi di allarme abbiano prevenuto o ridotto la perdita di vite umane, gli elementi meteorologici, la crescita della popolazione e l'insediamento umano nelle aree costiere continuano ad aumentare il rischio di mortalità. Inoltre, il danno materiale continua ad essere notevole in queste aree.

Raccomandato

batterio
2020
Papiamento
2020
Supresión
2020