Globuli bianchi

I leucociti, chiamati anche globuli bianchi, sono un importante fattore del sangue e una parte chiave del sistema immunitario del corpo. Cioè, intervengono e partecipano molto attivamente alla difesa del corpo contro agenti infettivi (antigeni) o sostanze estranee. E costituiscono quindi circa l'1% del volume totale di sangue nel corpo di una persona adulta sana. Completano il sistema immunitario del corpo umano e sono presenti nel sangue, nei linfonodi, nella milza, nelle tonsille, nelle adenoidi e nel sistema linfatico.

Globuli bianchi

Cosa sono i leucociti

Sono un tipo di cellule del sangue prodotte dal midollo osseo, responsabili delle difese del sistema immunitario contro le aggressioni esterne, come batteri o virus infettivi. I leucociti si trovano in tutto il corpo, compresi il sangue e i sistemi linfatici.

I globuli bianchi, che sono i leucociti, fanno parte del sistema immunitario del corpo e in base alla loro quantità nel sangue, sarà possibile determinare se esiste qualche tipo di condizione nel corpo, come un'infezione, allergia, infiammazione e persino la leucemia. Per determinare il numero di leucociti nel sangue, viene eseguito un emocromo completo o un test RSC.

Come vengono prodotti i leucociti

I leucociti o i globuli bianchi hanno origine nel midollo osseo e si sviluppano dalle cosiddette cellule staminali. Una volta mature, queste cellule diventano una delle cinque varietà di globuli bianchi: neutrofili, monociti, linfociti, basofili, eosinofili.

La produzione di cellule del sangue è spesso regolata da strutture corporee come linfonodi, milza, fegato e reni . Durante un'infezione o una lesione, è quando vengono prodotti più globuli bianchi nel sangue, poiché la sua funzione è quella di combattere qualsiasi agente estraneo che entra nel corpo e ne altera le funzioni.

Funzione leucocitaria

I globuli bianchi sono cellule che si trovano nel flusso sanguigno che sono essenziali per la salute, in particolare il sistema immunitario. La funzione primaria di queste cellule è di circolare nel sangue per combattere le infezioni, rappresentando così la difesa immunitaria del corpo e talvolta possono attaccare i tessuti normali del corpo. Inoltre, producono anticorpi chiamati linfociti e partecipano alla distruzione dei microrganismi.

Tipi di leucociti

Globuli bianchi

Esistono tre tipi di leucociti che hanno origine nel midollo osseo da una cellula staminale pluripotenziale (che a sua volta genera altri tipi di cellule del sangue come piastrine e globuli rossi). Questi globuli bianchi sono: linfociti, granulociti (neutrofili, eosinofili e basofili) e monociti.

Tra i leucociti possiamo distinguere :

  • I granulociti polimorfonucleati altamente mobili, che a loro volta sono classificati in neutrofili, eosinofili e basofili.
  • I linfociti, con un singolo nucleo e senza granulazione, per lo più piccoli, la cui funzione è di contribuire al sistema immunitario, producono anticorpi e distruggono le cellule anormali.
  • Monociti, grandi, molto ricchi di enzimi e singolo nucleo, a forma di rene, con missione fagocitica.

neutrofili

Sono le cellule più comuni nel sistema sanguigno appartenenti ai granulociti, che sono granuli nel citoplasma (parte della membrana che circonda il nucleo). Compongono quasi il 70% del totale dei globuli bianchi depositati nel sangue, vivono solo per 24 o 48 ore e la loro funzione è la difesa immunitaria in quanto sono le prime cellule ad andare nell'area infetta in un periodo di meno di un'ora, Questo processo si chiama chemiotassi.

Queste cellule possono anche digerire i batteri, ma non possono sopravvivere a questo; ecco perché il pus è costituito da neutrofili morti e dai batteri che hanno prodotto l'infezione già digerita. La conta dei neutrofili consente di conoscere le informazioni vitali per fare una diagnosi o un controllo prima di una malattia, procedure mediche come la chemioterapia o in situazioni non patologiche.

linfociti

Questi sono responsabili della difesa dell'organismo dalle infezioni, essendo in grado di distinguere tra gli elementi estranei nel corpo e le cellule che appartengono all'individuo. Questi corpi estranei, chiamati anche antigeni, sono identificati dai linfociti; ma non da alcun tipo di linfocita ma da uno specifico in base al tipo di antigene, e da lì la cellula genererà sostanze chimiche per combattere l'agente estraneo.

La varietà di linfociti esistenti è :

  • Linfociti B, che danno origine a plasmacellule che producono anticorpi.
  • I linfociti T sono considerati mediatori della risposta immunitaria cellulare, in grado di identificare specificamente l'antigene.
  • Citolitici naturali, che contengono granuli con enzimi in grado di distruggere le cellule tumorali o infettati da un qualche tipo di virus.

monociti

Sono quelli che eseguono la fagocitosi come i neutrofili, ma la loro durata è più lunga di questi. Inoltre, i monociti presentano antigeni ai linfociti T in modo che possano essere identificati di nuovo e successivamente uccisi.

eosinofili

Queste cellule, che fanno parte dei granulociti, si muovono e digeriscono le particelle, in particolare i parassiti . Allo stesso modo, sono le cellule infiammatorie che prevalgono durante un'allergia, come durante un'orticaria, una rinite, un episodio asmatico o un'infezione parassitaria; pertanto, durante una di queste condizioni, il conteggio di queste cellule sarà elevato. Tuttavia, un elevato numero di eosinofili in alcuni casi può indicare un tipo di cancro .

basofili

Sono i tipi di leucociti con la minima presenza nel sangue e sono anche granulociti. Simile agli eosinofili, la presenza di una certa quantità di basofili indica di solito un'allergia o un'infezione parassitaria. La sua funzione è quella di agire come modulatori immunologici negli episodi allergici.

Misurazioni dei leucociti

Globuli bianchi

In base alla quantità o al conteggio dei leucociti totali nel sangue, è possibile determinare la salute di un paziente . Il metodo utilizzato per questo è il test delle urine, che consente di sapere se c'è qualche tipo di malattia sistematica o renale.

Il test delle urine è il metodo utilizzato per integrare una diagnosi dal 2 ° secolo. È un test molto meno doloroso rispetto all'analisi del sangue, poiché consiste nel prelevare un campione di questo liquido indolore. Questo esame può riflettere importanti indizi sulle malattie sistematiche e renali.

Globuli bianchi alti

La presenza di alti leucociti nel sangue è chiamata leucocitosi ed è caratterizzata da un risultato di 11.000 / mm3 negli esami del sangue. Le sue cause possono essere: eccesso di stress, infezioni recenti, allergie, artrite reumatoide, effetti collaterali di qualsiasi farmaco, mielofibrosi o leucemia.

I sintomi di un aumento dei globuli bianchi sono febbre superiore a 38 ° C, respiro corto, vertigini, perdita di appetito e formicolio alle braccia e alle gambe.

Globuli bianchi bassi

I globuli bianchi bassi o leucopenia si verificano quando ci sono meno di 4000 / mm3 nel sangue. Alcune delle cause sono: anemia, leucemia, lupus, chemioterapie, uso di antibiotici, diuretici e un sistema immunitario debole per l'HIV e la malnutrizione. Allo stesso modo, i globuli bianchi o i globuli bianchi nelle urine sono causati dalla gravidanza perché la vescica può essere contaminata.

I sintomi di avere globuli bianchi bassi sono: eccessiva stanchezza, febbre costante, mal di testa, infezioni e raffreddori ricorrenti.

Valori normali dei leucociti

L'indice dei valori normali di leucociti o globuli bianchi nel sangue può variare tra 4000 e 10.000 / mm3.

Malattie correlate ai leucociti

Esistono un numero significativo di condizioni correlate alle alterazioni dei globuli bianchi, sia per carenza del loro conteggio o per eccesso, sia semplicemente per la loro presenza nelle urine.

La presenza di globuli bianchi o leucociti nelle urine indica che esiste un'infezione urinaria, che potrebbe essere stata causata da traumi, agenti infettivi e sostanze infettive. Indicano anche un'infezione o carenza renale e possono verificarsi quando l'urina viene trattenuta nella vescica per lunghi periodi di tempo, il che può scatenare l'usura e l'infezione da germi; come la nefrite da lupus. D'altra parte, possono verificarsi condizioni infettive causate da batteri come Shigella, Clostridium difficile o Salmonella, che produrranno la presenza di leucociti nelle feci .

D'altra parte, per quanto riguarda l'alterazione dell'emocromo, i valori dei leucociti possono essere alterati da episodi infettivi prodotti da malattie come la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) o sintomi di stress.

I leucociti e i loro vari tipi possono essere valutati allo stesso modo attraverso uno studio di laboratorio chiamato ematologia . L'aumento dei globuli bianchi ben al di sopra dei loro valori normali sono caratteristici della malattia nota come leucemia. Alcune infezioni da virus come la dengue possono causare una riduzione significativa dei globuli bianchi con una prevalenza di linfociti.

D'altra parte, la neutrofilia è una condizione medica caratterizzata da un alto livello di neutrofili nel flusso sanguigno. Questi corrispondono ai globuli bianchi responsabili della protezione del corpo dai patogeni attraverso una risposta immunitaria. È causato da un qualche tipo di condizione batterica e il suo sintomo più comune è la febbre alta, che può indicare un'infezione locale. Le malattie reumatiche, come la neoplasia del tratto intestinale e polmonare, causano neutrofilia .

Raccomandato

fantasma
2020
piombo
2020
quantistico
2020