giurisdizione

La giurisdizione è il potere, derivato dal potere dello stato, di risolvere i conflitti personali di qualsiasi cittadino che utilizza la legge come mezzo di pressione per conformarsi al verdetto scelto dal giudice. La parola deriva dal latino "jus" (a destra), "dicere" (da dichiarare) e "lurisdictio" (per dettare legge). Le giurisdizioni sono emerse come misura organizzativa per avviare processi contro i criminali, oltre a creare un luogo in cui organizzare i giudici e aggiornare le loro conoscenze; Va notato che questa è una delle organizzazioni che sono apparse quando è apparsa una società emergente.

giurisdizione

Il concetto di giurisdizione comprende un carattere totalmente definitivo e irrevocabile, ovvero, una volta deciso, nulla e nessuno può annullarlo. L'applicazione giurisdizionale è esclusiva per la magistratura di qualsiasi territorio del mondo, ovviamente, rispettando i poteri di ciascuno di essi in base alla questione. Una volta esercitato il potere dello Stato, l'azione viene presa in considerazione come res judicata. Ora, quando parliamo della definizione di giurisdizione in senso lato, stiamo parlando del territorio assegnato alla corte per esercitare il potere che gli corrisponde per legge e per legge.

Cos'è una giurisdizione

Il concetto di giurisdizione è collegato al sito geografico che è stato assegnato da un'autorità competente in modo che i tribunali possano avvalersi delle loro capacità nell'esercizio della legge, rispettando i poteri in base alla materia e all'entità del tribunale. In un fattore abbastanza ampio, la giurisdizione non è altro che il luogo o il territorio in cui lo Stato esercita e applica la sovranità . Secondo la giurisprudenza valutata da studiosi di diritto, la giurisdizione è chiamata funzione pubblica che può essere esercitata solo da organi appartenenti allo Stato con una competenza specifica.

La giurisdizione ha una serie di caratteristiche ed elementi che ne consentono la corretta applicazione nel territorio che è stata assegnata dall'autorità o dal tribunale. Tuttavia, grazie ai requisiti previsti dalle leggi che consentono l'esercizio di ciò che è giurisdizione, consentono allo stato di risolvere diverse controversie, conflitti e problemi legali. Una volta che ciascuno degli elementi sottoposti al processo è stato valutato, viene chiamata la res judicata e successivamente viene eseguita una sentenza, che può o meno essere favorevole. Ciò, a livello generale, comprende il significato di ciò che è giurisdizione.

Caratteristiche di una giurisdizione

Come accennato in precedenza, tutto ciò che riguarda la giurisdizione ha una serie di caratteristiche che ne consentono la corretta applicazione senza difetti o frodi legali. Si parla davvero di una funzionalità pubblica, unica, esclusiva e non delegabile . Noti qualcosa di importante in loro? Sì, proprio ciascuno di essi è presente nella definizione di giurisdizione proprio perché grazie ad essi può esistere. Se uno di questi elementi fosse carente, allora non ci sarebbe alcuna menzione di una giurisdizione o, nel peggiore dei casi, sarebbe totalmente imperfetto e qualsiasi decisione presa in base a tale premessa sarebbe nulla.

Bene, visto questo dal punto di vista caratteristico, puoi iniziare dalla premessa pubblica. Perché una giurisdizione è pubblica? Poiché lo Stato è incaricato di esercitare la sovranità nel popolo, ciò avviene attraverso una giurisdizione concorrente, in modo che possa non solo fare la sua volontà in base alla giurisdizione e alla competenza, ma anche soddisfare le esigenze degli individui e persino delle istituzioni che devono passare attraverso processi giudiziari o, in questo caso, attraverso un processo giurisdizionale. Va notato che grazie a queste caratteristiche, è regolato dalle norme di diritto pubblico .

D'altra parte, c'è la caratteristica unica, che affronta un processo giurisdizionale a livello nazionale, cioè è sempre lo stesso, non ci sono cambiamenti, nessuna leggera trasformazione o qualsiasi cosa abbia a che fare con il suo cambiamento totale o parziale. Per quanto riguarda l' esclusività di questo argomento, va detto che è suddiviso in due aspetti estremamente imperativi non solo per la comprensione degli studiosi di legge, ma anche per l'applicazione nel territorio specifico o nazionale. Si parla di esclusività a livello interno, che copre i tribunali autorizzati solo dalla costituzione di un determinato paese a esercitare la sua sovranità.

Tuttavia, l' esclusività esterna si riferisce al fatto che gli Stati possono esercitare la propria sovranità escludendo il resto con disprezzo . Infine, c'è la caratteristica non delegabile ed è davvero la più importante di tutte, questo perché il giudice che è stato autorizzato con giurisdizione e competenza, non può scusarsi, delegare o inibire se stesso nell'esercizio dell'amministrazione della giustizia. . Il semplice fatto di violare questa caratteristica supporterebbe una grave conseguenza per l'avvocato. Non è sufficiente accettare la funzione, ma garantire che venga applicata correttamente, priva di difetti e seguendo i parametri di legge.

giurisdizione

giurisdizione

giurisdizione

giurisdizione

Differenza tra giurisdizione e concorrenza

Come accennato in questo post, la giurisdizione ha a che fare con un determinato territorio assegnato a un tribunale in modo che possa esercitare il potere di amministrare la giustizia grazie al potere che lo Stato gli ha dato. Ora, in termini di concorrenza, questo si riferisce a un potere imposto dallo stato di conoscere un certo conflitto. Nell'area del diritto, vengono discusse questioni civili, mercantili, criminali, del lavoro, costituzionali ecc. Se un tribunale ha giurisdizione commerciale, non può decidere su una disputa sul lavoro anche quando ha giurisdizione perché non è una questione per te o semplicemente perché non hai le conoscenze adeguate per risolvere la controversia.

La differenza tra giurisdizione e concorrenza è molto latente e ogni premessa è specificata nella costituzione di ogni territorio esistente nel mondo. Si può anche parlare di una giurisdizione volontaria in diverse giurisdizioni, ma questi sono casi speciali che devono essere attentamente valutati. Anche la concorrenza, oltre alla giurisdizione, ha una sua classificazione. È una classe territoriale, che garantisce la creazione di un tribunale competente in una determinata materia in una specifica area geografica . C'è la giurisdizione oggettiva, che viene scelta dal tribunale che si concentrerà sulla risoluzione del conflitto.

Infine, la competizione per connessione, che riunisce i processi che hanno soggetti o oggetti in comune. Questo viene fatto a livello amministrativo per evitare di trattare in isolamento con un crimine o un conflitto che è stato precedentemente segnalato.

Elementi di giurisdizione

Così come ha una serie di caratteristiche e classificazioni, la giurisdizione ha anche 3 elementi fondamentali per la sua applicazione nel territorio designato, questi sono la forma, il contenuto e la funzione. Il modulo è solo le parti che compongono il processo legale, è anche chiamato come parte esterna di questa procedura ed è composto dal giudice e dalla parte attiva e passiva. Allo stesso modo, è di fronte al contenuto, che si basa sul conflitto stesso, che genera la necessità di istituire un tribunale e procedere a un processo.

Affinché questo elemento abbia effetto, è necessaria la coercibilità dello stato, altrimenti non si fa menzione di un attore giurisdizionale. Il contenuto è, in termini legali, il modo di riparare il diritto che è stato ferito o rotto da una persona specifica, istituzione, entità e persino una società. Dopo che il contenuto è stato completamente studiato, le parti possono agire, chiedere la riparazione del diritto a causa di danni e, infine, il tribunale emette una sentenza che deve essere eseguita il più presto possibile. Per questo, viene svolta la gestione competente della giurisdizione.

Infine, c'è l'elemento della funzione, il cui obiettivo principale è quello di catturare una garanzia costituzionale che il diritto ferito sarà riparato, purché sia ​​sanzionato dalla costituzione del territorio o da qualsiasi legge ordinaria in vigore durante il processo. La garanzia è di soddisfare le esigenze della comunità, se ciò non viene soddisfatto, allora non si può parlare di uno Stato e ancor meno, menzionare la giurisdizione e tutto ciò che è collegato. Qui viene menzionata la caratteristica non delegabile perché, diversamente dalle leggi, le sentenze emesse dai tribunali non possono essere modificate.

Limiti di giurisdizione

In tutto questo post è stato specificato che l'attività che fa riferimento alla giurisdizione comprende il tempo e lo spazio, tenendo conto di ciò, è ancora più chiaro che ci sono limiti marcati che potrebbero impedirne l'applicazione in determinate aree. I limiti secondo il tempo sono legati alla posizione del giudice, cioè la costituzione dà a una certa persona il potere di far rispettare la giustizia in tribunale, ma ovviamente tutto ha un periodo di tempo stabilito. Una volta scaduto tale termine, quel giudice non può esercitare la giurisdizione.

Ora, i limiti in base allo spazio sono suddivisi in due aspetti importanti : limiti esterni e interni. I primi definiscono lo spazio in cui verrà applicata la giurisdizione. La regola generale è che la sovranità statale è il limite . Ora, i detenuti coprono anche la giurisdizione di altri paesi e persino le loro stesse funzioni, da qui è nata la cosiddetta concorrenza che è stata menzionata più volte in questa vasta e vasta questione relativa alla legge. Un altro limite importante che dovrebbe essere evidenziato è il rispetto dei diritti fondamentali di tutti i cittadini di un determinato territorio.

Riguardo a quest'ultimo, il limite è abbastanza marcato perché nessun giudice può applicare una sentenza contraria ai diritti fondamentali degli individui, che sono previsti nelle costituzioni dei paesi del mondo. In alcuni stati, questi diritti sono la vita, l'educazione, la libertà di espressione, la libertà di sesso e persino la religione. I diritti umani sono al di sopra della giurisdizione e di qualsiasi legge ordinaria in vigore o in procinto di essere creata e che non può essere modificata se la decisione non è unilaterale da parte dell'organizzazione delle nazioni unite (ONU).

Neanche una giurisdizione volontaria o una giurisdizione sanitaria può prevalere su questi diritti fondamentali.

Qual è il processo giurisdizionale

Questo processo è ancora più lungo e più ampio della definizione di giurisdizione stessa, ciò è dovuto al fatto che si tratta di un cluster o di una serie di azioni legali che verranno risolte in un processo, in modo che sia possibile utilizzare e applicare correttamente della legge non solo per risolvere il conflitto presentato, ma per soddisfare le esigenze del gruppo o degli individui i cui diritti sono stati violati. In questi casi, i tribunali devono adempiere all'obbligo di offrire una protezione giuridica efficace, sufficiente ed efficiente.

Il processo giurisdizionale è rappresentato dallo Stato attraverso tribunali precedentemente formati, dalle parti intervenienti e interessate, che in questo caso è l'attore e il convenuto e, infine, da terzi che, in un modo o nell'altro, hanno interessi nel caso o la cui presenza è indispensabile per la risoluzione del conflitto. I processi vengono utilizzati e circostanziati per applicare una determinata legge, ovviamente, tenendo conto della competenza dell'atto per essere in grado di risolverlo. Questo processo ha due momenti importanti, quello costituzionale, che cita la Magna Carta di un territorio e quello procedurale, che mette in atto gli articoli per amministrare la giustizia.

C'è qualcosa di estremamente importante che deve essere preso in considerazione in questa sezione ed è che il processo e la procedura non sono le stesse cose. La procedura copre tutte le regole e i meccanismi utilizzati nel processo per essere in grado di eseguirlo e chiarire i dubbi o risolvere il conflitto. In termini generali, questi sono gli atti, le leggi, le competenze, le risoluzioni e le procedure che vengono attuate per chiarire finalmente i fatti, ciò viene fatto da giudici e tribunali per utilizzare i loro poteri come organi amministrativi di giustizia.

D'altra parte, c'è il processo, che è estremamente complesso, ciò accade perché, sebbene il processo si riferisca all'esistenza di una procedura in corso, non è sempre presente nelle procedure. Il processo affronta il rapporto tra le parti attive del processo e il suo obiettivo finale, cioè le parti semplicemente interessate e l'obiettivo che vogliono raggiungere, il premio o il diritto che vogliono salvaguardare. Il processo ha un obiettivo molto chiaro ed è quello di completare il processo in modo equo per tutte le parti, la giustizia verrà sempre prima.

A tale scopo, il processo utilizza la procedura. La parola procedura non è unica ed esclusiva del diritto procedurale, né del contenzioso, può essere utilizzata e utilizzata in diversi contesti, inoltre, nel processo giudiziario, è una parte esterna, un'attività formale che ha un posto e un interesse per gli atti procedurali. Se si tiene conto del diritto processuale, è molto chiaro che è guidato e si occupa direttamente del processo (processo) e non della procedura. A prima vista, questo può essere davvero complesso, ma una volta che hai una conoscenza sufficiente della materia e gestisci gli aspetti di tutto questo contenuto, tutto questo è completamente chiaro.

La giurisdizione è un argomento ampio che vale la pena studiare, non solo per argomenti generali, ma anche per argomenti specifici come la giurisdizione sanitaria e la sua importanza nei centri sanitari del mondo e l'effetto dei tribunali sia in un territorio come nel mondo.

Raccomandato

Religione naturale
2020
Energía Luminosa
2020
itinerario
2020