gens

Gens è una parola derivata dalle radici latine, che può essere tradotta nella nostra lingua come «famiglia», una voce latina che è anche collegata a parole come persone, gene, genetica o generazione. La gens entry si riferisce a una gilda o organizzazione sociale che visse al tempo dell'antica Roma ; dove ogni gens era formata da un certo gruppo di individui, che affermava di provenire da un comune antenato mitico, che diede il nome alla cosiddetta gens, cioè il "nomen gentilicium"; le gens erano governate da un leader, che era generalmente acquisito dall'uomo più anziano del gruppo, che era chiamato "il pater".

gens

Ciascuna delle gens era un'entità economica, politica e religiosa ; avevano anche il loro territorio, costituito da ciascuna delle abitazioni o case dei membri e delle proprietà che coltivavano e dove tenevano il loro bestiame. Erano comunità che adoravano i loro dei, attraverso diversi tipi di culti e riti funebri ordinari.

Differenziando le gens greche da quelle romane, poiché quest'ultima proveniva dalla parte maschile dell'antenato di cui al nomen, non era adorato, ricordato o onorato. Inoltre, i membri di queste organizzazioni erano i Gentili e tutti avevano lo stesso nome, che era il nomen gentilicium, indicando così la presenza di un antenato comune.

Ed era il giurista, filosofo, politico, oratore e scrittore romano, Marco Tulio Cicerón, a manifestare le caratteristiche principali delle gens, che erano tre: primo, nessuno dei loro antenati, gli antenati era uno schiavo; secondo, ciascuno dei suoi membri era ingenuo, cioè erano sempre stati persone libere; e terzo, che non hanno sofferto di "capitis deminutio", cioè non hanno mai perso la libertà, la cittadinanza o hanno smesso di far parte della loro famiglia.

Raccomandato

avvocato
2020
lastra
2020
Metodo Delphi
2020