Frontiera terrestre

I confini terrestri sono definiti come lo spazio terrestre che separa una nazione da un'altra . Per la delimitazione di un confine terrestre, vengono utilizzati elementi geografici generalmente visibili, ad esempio una montagna, una frazione, ecc. Ecco perché sorge la classificazione dei confini naturali (fiumi, montagne, ecc.) E di quelli artificiali (muri, ponti, ecc.).

Frontiera terrestre

I confini naturali sono quelli che comprendono elementi geografici, come un fiume, una catena montuosa o il mare che possono ostacolare la circolazione. La frontiera naturale emerge come una teoria basata sulla teoria razionalista adottata dallo stato francese come richiesta di espansione delle sue frontiere politiche. Quello che all'inizio sembrava essere la creazione di un confine per garantire la difesa della nazione, divenne nel tempo una ragione di espansione territoriale come base per nazionalismo e imperialismo.

Tuttavia, l'attuale geografia ha dimostrato che, nonostante il pensiero politico, i confini reali possono essere modificati, ad esempio quando sono il prodotto di guerre, quindi non sono determinati da elementi naturali.

Alcuni dei confini naturali più famosi al mondo sono: Il confine tra Nepal e Cina è segnato dalla montagna più alta del mondo, l' Everest . Quello degli Stati Uniti e del Canada, ha il confine più lungo del mondo "Niagara Falls" con quasi 9000 km di lunghezza. Un altro dei confini naturali più lunghi è quello dei Pirenei (Spagna, Francia e Andorra), che è formato da una catena montuosa lunga circa 400 km.

Allo stesso modo, sui confini terrestri possono essere trovati con costruzioni artificiali per identificare fino a che punto arriva un territorio e dove inizia l'altro: questi sondaggi sono quelli che vengono chiamati confini artificiali; Questi possono essere muri, ponti, monumenti ecc.

Raccomandato

rabbino
2020
giudizio
2020
Natale carol
2020