Fonte elettrica

Nell'elettricità, si chiama una fonte, quell'elemento con la capacità di produrre un potenziale irregolare tra i suoi bordi, o fornire una corrente elettrica, per far funzionare altri circuiti. La fonte elettrica è classificata in fonti reali (tensione o corrente) e fonti ideali (dipendenti o indipendenti).

Fonte elettrica

Le fonti ideali sono utilizzate nella teoria dei circuiti per lo studio e l'invenzione di modelli che consentono di analizzare il comportamento dei componenti elettronici. Possono essere dipendenti quando il valore di uscita è proporzionale alla tensione sull'altro lato del circuito. Questa fonte dipende dalla tensione o corrente chiamata "variabile di controllo". Sono indipendenti quando le loro caratteristiche non sono soggette ad altre variabili di rete, sebbene possano essere modificate nel tempo .

Le fonti indipendenti ideali sono classificate in: fonte di tensione ideale, è quella che provoca un ddp ( differenza di potenziale ) tra i suoi terminali costanti e indipendente dal carico che fornisce. La sorgente di intensità ideale è quella che fornisce un'intensità costante indipendente dal carico che alimenta.

D'altra parte, le fonti reali differiscono da quelle ideali, quando il ddp che producono dipende dal carico a cui sono collegati . Possono essere di tensione o intensità. Le sorgenti di tensione sono quelle che producono un ddp tra i loro terminali costanti e indipendenti del carico che alimenta o dipende dal carico a cui sono collegati. La sorgente di corrente è quella che fornisce una corrente permanente indipendente dal carico che alimenta o dipendente dal carico a cui sono collegati.

Raccomandato

Singularidad
2020
Medioevo
2020
Credito accademico
2020