fonologia

La parola fonologia deriva dalla radice greca phonos che significa "suono" e "logo" che viene tradotto come "studio", ciò significa che la fonologia è lo studio dei suoni . La fonologia è una branca della linguistica che studia e descrive il suono o allophone di una lingua, studia anche come utilizzare ciascuna delle articolazioni degli organi del linguaggio in modo che i suoni possano essere detti in modo appropriato in base al loro accento o intonazione .

fonologia

In fonologia , vengono identificati i fonemi (lettere) o le piccole unità insignificanti che rappresentano le unità fonologiche minime che ci aiutano a differenziare un suono da un altro come "stagno" e "gamba", non dovremmo mai confondere il fonema con il suono, a causa di che uno è un'immagine mentale e l'altro è una manifestazione materiale del fonema; i fonemi possono essere classificati in base a : il luogo di articolazione, la cavità nasale, la cavità orale e le corde vocali .

Tenendo conto del punto di articolazione troviamo i seguenti fonemi: bilabiale, labbro-dentale, interdentale, dentale, alveolare, palatale, velare . Il modo di articolazione o il modo di espellere l'aria: stop, fricativo, affricato, laterale e vibrante. L'intervento delle corde vocali: sordo o espresso.

Ogni lingua contiene il proprio sistema fonologico, nel caso della lingua spagnola è composta da 24 consonanti ; cinque fonemi vocalici e 19 fonemi consonantici. I fonemi vocalici sono quelli che non trovano alcun tipo di ostacolo nella cavità orale quando il suono è rappresentato, e nel caso dei fonemi consonantici trovano un qualche tipo di ostacolo quando si tratta di riprodurre il suono.

Raccomandato

limite
2020
vista
2020
Chimica nucleare
2020