Filosofia della storia

La filosofia della storia è intesa come il ramo della filosofia che si occupa dello studio dello sviluppo e dei modi in cui gli individui esistenti generano la storia. La parola, secondo fonti, avrebbe potuto essere usata per la prima volta, sistematicamente e deliberatamente dallo scrittore, storico, filosofo e avvocato francese Voltaire o anche conosciuta come François Marie Arouet, in diversi saggi e indagini ; sebbene si noti che questo personaggio ha dato al termine un significato moderno ; in qualche modo diverso dall'apprezzamento strettamente teologico della storia.

Filosofia della storia

La filosofia di Voltaire era quella di considerare il fenomeno storico dal senso della ragione, basato su un atteggiamento scettico e critico in riferimento ai possibili dogmi stabiliti ; il suo scopo fondamentale era quello di spiegare lo "spirito dei tempi e delle nazioni" e il processo di sviluppo dell'umanità nei diversi aspetti esistenti, con un criterio scientifico, per così dire.

In senso generale, la filosofia della storia cerca di rispondere alle tre domande temporali relative ad eventi di natura sociale che sono, da dove veniamo? Che cosa siamo? e dove stiamo andando Tutto ciò si verifica nella sua percezione essenziale, che si discosta dalle numerose percezioni che non sono essenziali e il cui afflusso provoca solo confusione.

La filosofia della storia, in determinate occasioni, può opporsi all'esistenza di uno scopo o uno scopo teologico della storia, cioè, si può mettere in dubbio se vi sia un disegno, un principio guida, uno scopo o uno scopo nello sviluppo o nella creazione della storia.

Raccomandato

glicemia
2020
naso
2020
Cupcake Android
2020