Filosofia del linguaggio

La filosofia del linguaggio è conosciuta come uno dei campi o rami della filosofia che è responsabile dello studio di tutto ciò che riguarda il linguaggio ; in un modo più specifico, questa specialità studia e indaga fenomeni immersi nella verità, nel significato, nel riferimento, nella traduzione, nell'apprendimento, nella creazione della lingua, nel pensiero, nell'esperienza, nell'uso della lingua o anche conosciuta come pragmatica, comunicazione e interpretazione, tutte a partire da un senso linguistico .

Filosofia del linguaggio

Il più delle volte, i linguisti si affidano allo studio del sistema linguistico, insieme ai suoi livelli, forme, funzioni e livelli, mentre la preoccupazione dei filosofi del linguaggio era più astratta o profonda, preoccupandosi di cose come possibili relazioni. tra il mondo e la lingua, cioè tra ciò che è linguistico e ciò che viene chiamato extralinguistico, o, da parte sua, tra pensiero e linguaggio.

La filosofia della lingua come giovane disciplina filosofica fu eretta all'inizio del XX secolo in relazione alla cosiddetta svolta linguistica ; Questa relazione avvia in filosofia il disagio per il linguaggio nel doppio senso della condizione della possibilità della conoscenza e dei mezzi di comunicazione o espressione del pensiero per i quali ogni esperimento è già esperienza nella stessa lingua.

Di quelle materie preferite della filosofia del ramo linguistico, la simbolizzazione della lingua, l'origine della lingua e più di tutte le attività linguistiche globali e in particolare la semantica, che in questo campo si rivolge alle denominazioni e alla ben nota semantica derivata, meritano di essere evidenziate.

Raccomandato

Legge generale dei gas ideali
2020
I cieli
2020
menta
2020