estrusione

La parola estrusione deriva dalle radici latine, dalla parola "extrusĭo", "extrusiōnis" che significa forzare. Altre fonti affermano che proviene dal latino "extrudere" che significa espellere. Generalmente l' estrusione è l'azione e l'effetto dell'estrusione ; d'altra parte, in un modo più specifico, può essere definito come quel processo di pressatura, modellizzazione e modellatura di una determinata materia prima per creare determinati oggetti con sezioni trasversali definite e fisse, mediante un flusso continuo con pressione, tensione o forza .

estrusione

Questo processo di estrusione fu brevettato nel 1797 da un meccanico e inventore britannico di nome Joseph Bramah, quando tentò di realizzare un tubo di piombo. Processo che si basava sul preriscaldamento del metallo e sul suo passaggio a mano attraverso uno stampo attraverso uno stantuffo. Ma non fu fino al 1820 quando questo processo fu sviluppato da Tomas Burr che costruì la prima pressa idraulica, e fu fino a quel momento che il processo fu chiamato "schizzi" . Successivamente Alexander Dick propagò il processo di estrusione a bronzo e leghe di rame.

Alcuni dei principali vantaggi offerti dall'estrusione oltre ai processi fabbricati sono la capacità o la facilità di creare sezioni trasversali molto complesse con materiali fragili e fragili, poiché il materiale raggiunge solo forze di compressione e taglio.

Generalmente i materiali utilizzati per il processo di estrusione sono metalli, ceramica, polimeri, cemento e prodotti alimentari . Inoltre, l'estrusione può essere continua, che viene eseguita indefinitamente producendo materiali lunghi; o invece semi-continuo, che viene prodotto producendo molte parti. E infine il processo può essere eseguito con materiale caldo o freddo .

Raccomandato

postlaurea
2020
Radici di un polinomio
2020
E-book
2020