espícula

Le spicole sono strutture aghiformi, che dopo la reticolazione modellano la spugna. Questi sono presenti nel mesohilo, che è lo strato centrale dei tre presenti nelle spugne.

espícula

Esistono tre tipi di scheletri nelle spugne, che sono classificati in base al tipo di becco che hanno. Le spicole sono costituite da un insieme speciale di cellule chiamate sclerotia . Il primo tipo di scheletro che le spugne possono presentare non ha spicole, perché in queste spugne la sclerotia forma fili di una proteina chiamata spongina, le cellule che formano questo tipo di scheletro sono chiamate "spongioblasti". Tra le spugne di questo tipo vengono utilizzate a scopo cosmetico.

A seconda della crescita e della formazione delle spicole, possono essere classificate in microsclera (piccole spicole) e microsclera (grandi spicole). All'interno del secondo gruppo possiamo distinguere quelli che crescono lungo tre assi, chiamati taxa, che sono divisi in elidi triactiv ed esattinelidi, e quelli che crescono su un singolo asse.

Tra questi ultimi ci sono il monoacetalide, che cresce in una direzione, e l'acetanilide, che cresce in entrambe le direzioni dell'asse. Tutte le spicole finora discusse sono piuttosto semplici in morfologia, tuttavia esistono altri tipi più complessi di spicole. Alcuni di essi sono chiamati poliassiali, che sono composti da più di tre raggi e altri possono avere forme vicine alla circolare.

La sua funzione è quella di dilatare la vulva delle femmine e quindi consentire l'accoppiamento dei genitali maschili con i genitali femminili, che sono guidati dal governatore. A seconda della sottoclasse nematode, possono avere o meno spicole: nessuna spicola, sottoclasse di adenoforea: Fam. Trichinellidae. 1 orecchio, sottoclasse Adenophorea, sottoclasse Fam Trichuridae e Secernentea, ordine Oxyurida. 2 spicole, sottoclasse Secernentea.

Raccomandato

Radio Script
2020
gatto
2020
Soberanía
2020