endosymbiosis

L'endosimbiosi è un'unione tra specie, in cui una vive all'interno dell'altra. Alcuni organelli delle cellule eucariotiche, come i cloroplasti e i mitocondri, derivano dalla loro simbiosi originale con alcuni batteri . Nel processo di endosimbiosi, l' elemento simbiotico abita nello spazio intracellulare dell'ospite. Un esempio di questi esemplari sono: le zooxantelle, che sono una specie di alghe che popolano le cellule di alcuni coralli.

endosymbiosis

La teoria endosimbiotica afferma che una cellula eucariotica ha la capacità di legarsi a un'altra, al fine di sostenere una convivenza in cui entrambi beneficiano, poiché l'ospite godrebbe del frutto rilasciato dall'endosimbiotico. D'altra parte, questa teoria afferma anche che i primi organelli a evolversi sono stati i mitocondri e quindi, per mezzo di un'endosimbiosi seriale, il corpuscolo eucariotico ancestrale, ottiene un endosimbiotico capace di fotosintesi, che in seguito avrebbe sviluppato organelli di cellule eucariotiche che sarebbero arrivati per generare quali sono le prime alghe verdi.

Esistono alcune prove che affermano che i mitocondri e i plastidi nascono dal processo di endosimbiosi, uno dei quali è la dimensione dei mitocondri, che è simile a quello di alcuni batteri. Sia i cloroplasti che i mitocondri sono composti da DNA a doppio filamento circolare covalentemente chiuso. Sono coperti da una doppia trama. I cloroplasti e i mitocondri sono frazionati dalla fissione binaria, come nel caso dei procarioti. La sintesi proteica sia dei mitocondri che dei cloroplasti è indipendente.

Raccomandato

Comprensione scritta
2020
Scrittura glifica
2020
Mural
2020