dritto

La parola retta deriva dal latino "rectus" che significa "giusto" ; che è un participio al verbo "regere" che significa rettificare, raddrizzare o governare e anche che questo verbo proviene da una radice indoeuropea. La RAE definisce dritto un aggettivo; non si inclina da una parte o dall'altra, né crea angoli o curve . La parola dritto viene anche data a una parte di un abito che è semplice taglio senza pieghe, freccette, ecc. Il pezzo o tratto di strada, linea ferroviaria, strada tra gli altri, è spesso chiamato anche dritto . Ma il suo uso più comune si trova nella geometria chiamata linea retta o retta verso una serie o fila di punti che hanno o seguono la stessa direzione; queste linee non hanno né inizio né fine; cioè, è quella linea che unisce due punti sullo stesso piano, mediante una successione ordinata.

dritto

La linea retta ha una certa lunghezza o estensione; È anche uno degli elementi fondamentali e di base della geometria insieme al punto e al piano ed è nominato con una lettera minuscola. Esistono diversi tipi di linee tra loro le linee parallele che sono quelle che si trovano sullo stesso piano che, per quanto lunghe siano, non si intersecano mai e non hanno alcun punto in comune, quando i punti di entrambi sono alla stessa distanza, questi possono essere diritti o inclinati; poi ci sono le linee secanti composte da due rette unite da un unico punto, che le fa intersecare una volta; e infine le linee perpendicolari che sono linee secanti che dividono il piano in quattro parti uguali formando quattro angoli retti.

Raccomandato

Singularidad
2020
Medioevo
2020
Credito accademico
2020