Descrizione soggettiva-connotativa

La descrizione connotativa soggettiva esprime emozioni o idee personali e la descrizione denotativa dell'obiettivo, comunica informazioni accurate e rigorose. La stessa parola ha un significato o un altro, a seconda dell'intenzione dell'emittente e per questo motivo parliamo di linguaggio connotativo e linguaggio denotativo.

Nel linguaggio denotativo, le parole usate per descrivere si riferiscono al loro uso quotidiano e al significato che hanno per una comunità di parlanti. Nel linguaggio connotativo, il significato delle parole dipenderà dall'uso di una persona in un contesto specifico e, pertanto, è possibile parlare di un significato simbolico e soggettivo.

Descrizione soggettiva-connotativa

Questi due piani del linguaggio significano che la stessa parola può essere usata in modo denotativo o connotativo. Quindi se dico "che gemma costosa!" Ha menzionato che un ornamento usato come elemento di decorazione del corpo ha un prezzo molto alto e questa descrizione è indicativa. Al contrario, se dico "il mio amico è un gioiello", la parola gioiello non viene utilizzata come ornamento, ma nel suo senso figurativo connotativo e significa che il mio amico è una persona molto preziosa come persona.

Il linguaggio connotativo-soggettivo e il linguaggio denotativo-oggettivo sono complementari. Nei testi scientifici e in contesti in cui le informazioni devono essere rigorose, è necessario utilizzare un linguaggio denotativo e oggettivo. D'altra parte, un linguaggio connotativo-soggettivo è usato nei testi letterari o nel linguaggio pubblicitario.

Sebbene questi siano due approcci diversi, denotazione e connotazione sono complementari e non esclusive. In effetti, in un testo letterario possono esserci nello stesso frammento parole con un uso connotativo e parole con una certa connotazione.

Nella comunicazione orale e scritta, descriviamo la realtà in modo denotativo-oggettivo o in modo soggettivo e connotativo. In questo senso, tutte le parole hanno un significato preciso e oggettivo e se diciamo "cane" sappiamo che è un animale mammifero e l'uso della parola denota qualcosa di concreto. Tuttavia, quella stessa parola ha alcune connotazioni, cioè può suggerire tutti i tipi di idee (compagno fedele, un ricordo d'infanzia o qualsiasi emozione personale).

In conclusione, il significato denotativo di un termine è quello che appare nel dizionario e il connotativo significativo non è registrato in un dizionario ma fa parte del contesto della lingua e della cultura di una comunità di parlanti.

Raccomandato

Taekwondo
2020
Frontiera economica
2020
Prosaico
2020