Coturnicultura

La cotunicoltura è l' attività o la specialità del pollame che ha lo scopo di allevare, produrre, prendersi cura e sfruttare la quaglia e ciascuno dei suoi prodotti come uova, carne, quaglie, ecc. In altre parole, è un'attività che riguarda o comprende tutto ciò che riguarda l' addomesticamento e lo sfruttamento delle quaglie a fini commerciali, attraverso la vendita delle loro uova e carne. Si stima che una quaglia possa deporre approssimativamente tra le 300 e le 500 uova all'anno, il che significa che arriva a deporre più di un uovo al giorno; Inoltre, questi uccelli possono avere una vita utile di tre anni.

Coturnicultura

La coturnicoltura si è evoluta negli anni prendendo più boom negli ultimi anni, esponendo grandi prospettive sull'industrializzazione e la commercializzazione dell'allevamento di questi uccelli, in particolare del tipo giapponese, coreano, faraone e Lassoto, tra gli altri, che hanno un grande valore zootecnico grazie alle sue caratteristiche di postura e anticipazione abbondanti. Per aumentare la produttività del settore, è necessario attuare una buona pianificazione, ma anche un controllo corretto e rigoroso delle pratiche di manipolazione, tenendo conto di ciascuno dei fattori che influenzano la produzione come il cibo, la razza selezionata, l'ambiente, la gestione, lo scopo produttivo, tra gli altri, tutto questo, in modo da ottenere una produzione che consenta al coturniculturist di competere in termini di qualità e prezzo.

La quaglia è un uccello resistente a molte malattie, spesso descritto come un "animale rustico"; la sua carne raccoglie grandi elementi nutritivi per il consumo umano, come le sue uova che contengono grandi proteine, ferro, vitamine e sono caratterizzate da una bassa percentuale di colesterolo.

Raccomandato

Ricerca sul campo
2020
Stonehenge
2020
Leva finanziaria
2020