cosmogonia

L'accademia reale definisce la parola cosmogonia come " storia mitica relativa alle origini del mondo " o "teoria scientifica che si occupa dell'origine e dell'evoluzione dell'universo", che deriva anche dal greco greco "κοσμογονία" che significa "kosmogonia" o "κοσμογενία "Il che significa" kosmogenia ", con i suoi componenti lessicali che sono" kosmos ", che è" mondo ", si dice che" gignomai "sia" nato "e il suffisso" ia "riguarda" miti e studi ". La cosmogonia è una narrazione dell'inizio del cosmo e del suo successivo sviluppo, perché tutte le religioni alludono a una cosmogonia che può essere riconosciuta come uno sviluppo dell'universo o dell'irradiazione.

cosmogonia

Cos'è Cosmogony

Il concetto di cosmogonia è inteso come un racconto mitologico sul quale si cerca di stabilire l'origine del pianeta, dell'universo e dell'essere umano. La definizione di cosmogonia è anche correlata alla scienza e alle teorie sull'evoluzione dell'universo.

L'uso più comune del concetto di cosmogonia è quello legato a una storia mitica. Ci sono una serie di cosmogonia, che sono state sviluppate nel corso della storia da diverse culture. In generale, tutti i significati della cosmogonia derivano da una confusione originata dai cui fattori in seguito vengono raggruppati e organizzati, grazie alla partecipazione di divinità o forze soprannaturali .

Dall'inizio della cosmogonia, l'essere umano cattura in un modo molto particolare tutto ciò che lo circonda, riduce l'incertezza e forgia la sua identità, che ha origine quando ricevono qualcosa di caotico. Le narrazioni cosmogoniche sono di solito trasferite da una generazione all'altra tra gli stessi membri di una popolazione.

I miti cosmogonici hanno contribuito alle diverse culture una visione compositiva del mondo, semplificando il loro punto di vista sui fenomeni che ritenevano estranei a una credenza comune e popolare che ha dato origine a coloro che hanno accompagnato e fornito sicurezza psicologica per la formazione di un'identità. per la vita della comunità.

Nei racconti, alcuni ricercatori hanno indicato che le divinità spesso significano le forze essenziali della natura, che possono comprendere e da cui derivano i fenomeni naturali che hanno influenzato la loro vita. Tuttavia, questo principio semplicistico ed etnocentrico è stato gradualmente superato, per dare vantaggio alle storie, viste come uno spazio simbolico speciale, dove da lì l'essere umano può assegnare significati a eroi, dei e atteggiamenti mitici in intimità relazione con la vita psichica, sociale, inter soggettiva e culturale

Che cosa studia Cosmogony

Secondo la definizione di cosmogonia, sta studiando il principio e l'evoluzione di grandi sistemi come ammassi stellari e galassie, con lo scopo di stabilire l'età dell'universo, basata su un gruppo di teorie religiose, mistiche, filosofiche e scientifiche sul origine dell'universo. Questa espressione studia con maggiore enfasi l'analisi teorica dell'inizio del mondo, che, secondo le teorie e le conoscenze attualmente approvate, sono strettamente correlate alle credenze della grande esplosione o del Big Bang .

Caratteristiche principali di Cosmogony

  • Implica un gran numero di storie che si contrappongono e che a poco a poco si modificano con il passare delle generazioni.
  • Comprende numerose superstizioni e l'integrazione di personaggi e divinità mitiche.
  • I miti cosmogonici avevano una grande e molto buona approvazione nelle popolazioni dell'Egitto, poiché erano usati per comprendere ed esprimere la pluralità del potere del divino creatore.
  • Attraverso questa mitologia, gli esseri umani possono tornare a un tempo di preesistenza o di caos primitivo, in cui il pianeta non era ancora stato creato.
  • Il concetto di cosmogonia cerca il modo di stabilire una realtà, attraverso la conoscenza dello spazio, l'universo e la discendenza degli dei, l'umanità e gli elementi della natura che lo circonda.
  • Tutte le religioni hanno una cosmogonia che potrebbe essere collegata a un processo di emanazione o creazione .
  • Il termine si riferisce essenzialmente all'origine e alla creazione del mondo .
  • Nelle primitive civiltà umane, la cosmogonia ha cercato di avere un modo per esporre fenomeni profani e spaziali attraverso i miti.

Varie teorie cosmogoniche

Cosmogony ha diverse teorie, le descriveremo di seguito:

Cosmogonia azteca

cosmogonia

La cosmogonia azteca è formata da diversi miti sulla creazione dell'uomo e dell'universo. Per gli Aztechi il creatore della vita sul pianeta era il Dio Ometeotl . Nella cosmogonia azteca, questa divinità si riflette come il Dio supremo e il Dio del fuoco, ma in realtà non riceve alcun tipo di adorazione anche se è presente in tutti i rituali.

Questa divinità ha anche dato alla luce quattro dei che rappresentavano aria, acqua, fuoco e terra, e in seguito ebbe altri 1600 dei. Tutto ciò è stato reso possibile perché Ometeotl era una divinità androgina, cioè possedeva la dualità maschile e femminile.

Le quattro divinità sopra menzionate erano quelle che avevano il compito di mantenere un equilibrio nel mondo in modo che potesse esistere il Sole. Tuttavia, nella cosmogonia azteca se questo equilibrio andasse perso, sia la Terra che il Sole e l'uomo sarebbe scomparso.

Cosmogonia greca

Nella mitologia greca puoi trovare una serie di leggende in cui sono raccolte le credenze e i riti della popolazione ellenica sull'inizio dell'uomo e dell'universo stesso. Questi miti ci mostrano una parte essenziale della storia dell'uomo, che si estende per oltre un miliardo di anni a partire dal 2000 a.C. e raggiunge la sua totalità con la creazione di Odissea, Iliade e Teogonia di Esiodo.

Di tutti i miti cosmogonici greci, l'opera più conosciuta è la Teogonia di Esiodo . Fu scritto tra la fine dell'VIII e l'inizio del VII secolo a.C. ed è la fonte principale che ha ispirato tutta la mitologia ellenica. La Teogonia di Esiodo raccolse i racconti religiosi e coordinò la genealogia divina, parlando come tema secondario della creazione dell'universo poiché, come egli stesso fa riferimento nella sua poesia, era più interessato ad analizzare la "progenie degli immortali" che il processo di creazione di sistemi cosmici.

All'inizio, il caos esisteva solo come un'area insondabile in cui sarebbero nati l'elemento incontaminato e l'impulso che ha causato l'attrazione tra i suoi materiali.

Nel caos emerse:

  • Gea, la Terra, come rifugio per tutti gli esseri.
  • Tartaro, che rappresenta gli inferi, situato sotto Gea.
  • Inizialmente l'eros supporterebbe l'interazione tra i componenti degli elementi.
  • Dal caos nacque: Érebo, l'oscurità e Nix, la notte, ferma in una regione buia dove risiede la morte. Entrambi hanno deciso di riunirsi e dare origine a Ether, la luce e Hemera, il giorno.
  • Gea da solo generò Urano, il Cielo, per ripararla completamente ed essere il rifugio degli dei. Quindi, "Ponto", il mare e le alte montagne emerse, come rifugio per divinità e ninfe.
  • Esiodo descrive il mito della creazione, raccontando come Urano andava ogni notte a coprire Gea, concependo sei titani: Chronos, Ocean, Ceo, Japet, Hyperion e sei titanides: Rhea, Phoebe, Tea, Mnemósine, Tetis e Themis, così come gli Ecatonchires, che erano giganti con un centinaio di braccia e cinquanta teste, e il famoso Ciclope, giganti con un occhio solo.

Cosmogonia Maya

I Maya, come gli altri popoli, hanno apprezzato l'universo come un'opinione stabilita dagli dei e quando gli è stato chiesto della temporalità, hanno proiettato il tempo come il dinamismo dell'esistenza spaziale, come le trasformazioni cosmiche prodotte, in sostanza, dall'attività di un essere sacro che era il centro della sua visione del mondo e il suo concetto di posto dell'uomo nell'universo: il Sole (è un termine che ha anche il significato di giorno e tempo).

Il passaggio del Sole è stato percepito come un movimento circolare attorno alla terra, che stabilisce le variazioni che si verificano in esso (giorno e notte, fertilità, stagioni, siccità, freddo e caldo, ecc.); ecco perché il tempo è stato considerato un movimento ciclico.

La temporalità, quindi, non era per i Maya un concetto astratto, ma un'attività chiara ed eterna di spazio, che mostrava agli esseri carnali tutto sulla loro origine, creando miti cosmogonici, come una storia sacra, come la storia del primo evento storico che ebbe luogo in un "tempo statico", i cui personaggi principali sono gli esseri sacri

C'è un libro chiamato Popol Vuh in cui i Maya raccontano la cosmogonia, è uno dei pochi testi di storie che potrebbero essere salvati durante la colonizzazione spagnola nella città Maya.

In questo libro, i Maya raccontano, attraverso diverse metafore, come l'origine dell'universo era secondo loro, come il mondo è stato costruito e come l'uomo si è formato dopo diversi fallimenti, fino a quando non ha raggiunto la creazione dell'uomo di mais, grano che era stimato come uno dei cibi sacri.

Cosmogonia buddista

cosmogonia

La cosmogonia buddista è l'esposizione dell'evoluzione e della forma dell'universo secondo i commenti e gli scritti canonici buddisti. Nell'antico Egitto c'erano cinque " cosmogonie ufficiali " nel corso della sua storia, il che provoca che, quando si studia questa materia, alcuni punti sono confusi e persino contraddittori.

Nonostante tutto, la concezione di come era l'universo originale e il mondo risultante dopo la sua trasformazione, è rimasta abbastanza stabile nonostante le diverse scuole di pensiero . La cosmogonia buddista è divisa in spaziale (descrive la distribuzione dei diversi mondi che compongono l'universo) e temporale (descrivono le mascelle di questi mondi dal loro inizio fino alla fine della loro esistenza).

Nel buddismo, l'universo non è stato creato da un essere divino, ma fa parte dei cicli di creazione e distruzione . L'universo in cui viviamo come gli altri, siamo condannati a nascere, morire e rinascere. La cosmogonia buddista autoconsistente esposta nelle opere e nei commenti di Abhidharma, sia nelle scuole Theravada che Mahāyāna, è il risultato finale di uno studio e una conciliazione dei commenti cosmetologici espressi nei sutra buddisti e nelle usanze di Vinaia.

Non ci sono sūtra che espongono l'intero sistema del Multiverso. Tuttavia, in molti sūtra, il Buddha Gautama delinea altri universi e stati dell'essere, ma in aggiunta, altri sūtra mettono in relazione l'origine e la morte dell'universo.

Il compendio di questa conoscenza in un unico meccanismo esaustivo deve essere avvenuto all'inizio della storia del buddismo, perché il meccanismo descritto nella dogana pallida, vibhajyavāda (rappresentato dai Theravādas di oggi) corrisponde nonostante le incongruenze della nomenclatura, con costumi di sarvāstivāda che sono conservati dai buddisti mahāyāna.

Cosmogonia egizia

cosmogonia

Nell'antico Egitto c'erano cinque classi di "cosmogonia ufficiale" nel corso della sua storia, il che porta al fatto che, quando si studiava la materia, alcuni punti erano molto confusi e persino contraddittori. Anche se l'idea di come era l'universo originariamente e il mondo che è venuto dopo la sua trasformazione è rimasta abbastanza stabile nonostante le diverse dottrine dei pensieri.

Una cosmogonia è un sistema che si occupa della creazione e dell'evoluzione dell'universo. Non è solo allo scopo di proliferare il mondo o uno spazio, ma del suo sviluppo nel tempo.

Le mitologie che hanno dato origine ai diversi culti avevano una base comune, sempre creata da elementi specifici che sono:

a) Le " acque caotiche " o " oceano principale " in cui si trova il potenziale di vita. All'inizio di tutto, in effetti prima dell'atto della Creazione, c'era solo un oscuro abisso acquoso, chiamato "suora", le cui possibili energie contenevano la forma potenziale di tutti gli esseri viventi. Lo spirito creativo era presente in queste acque.

b) La " Primal Hill " è dove creo la vita; il primo segno di terra che nasce in mezzo alle acque.

c) Il Sole sorge come materia potente ed essenziale che produce l'origine e lo sviluppo della luce e degli esseri viventi.

d) Eventi naturali, personificati in diverse divinità.

Cosmogonia araba

La credenza araba, che era originariamente quella di Abramo, offre vari punti che hanno somiglianza con la religione cattolica e quindi con quella degli antichi ebrei. L'origine del mondo, secondo il Corano e le risposte di Maometto alle domande poste dagli ebrei sulla loro religione, è praticamente uguale alla genesi.

È importante ricordare che la maggior parte degli arabi sono musulmani. Il musulmano è uno che pratica la religione dell'Islam. È come riferirsi al cristiano, che è colui che professa il cristianesimo.

Esistono diversi libri sacri dell'Islam. Il più significativo è il Corano, il suo messaggio è stato in gran parte scritto dal profeta Maometto.

Cosmogonia indiana

Nell'induismo non esiste davvero un'unica cosmogonia o un'unica cosmologia. Ma ci sono tre possibili mitologie di come è stato creato l'universo, che sono:

  • Il dio in frantumi : è il mito più arcaico trovato nell'inno "Púrusha sukta" del Rig Veda, un antico testo sacro dell'India.
  • L'uovo cosmico : è una leggenda che narra che l'universo sia nato da un uovo cosmico e da quello stesso uovo emanato da Prajapati, che è un termine generico di molti dei che guidano la riproduzione e difendono la vita.
  • Il fiore di loto di Brahma : all'inizio dell'era volgare "Puranas", sono esposti vari processi di genesi: in primo luogo, si ritiene che da qualche parte nell'universo spirituale vi sia un mare di "causa", in cui trova il più grande stile "Vishnú" che giace. Dal loro essere gli universi sono nati.

8 esempi di miti cosmogonici

cosmogonia

  • La cosmogonia giapponese.
  • Mito mesopotamico.
  • Cosmogonia Inca.
  • Mito della creazione scandinava.
  • Il mito tibetano della creazione.
  • La cosmogonia nahuatl.
  • Inizio dell'universo per i Celti.
  • L'origine acquosa della mitologia greca.

Differenze tra cosmogonia e cosmologia

La differenza esistente tra il significato della cosmogonia e quello della cosmologia è che, da un lato, l'essenza fondamentale della cosmogonia è che mira ad analizzare e studiare gli eventi mitici della nascita dell'universo, concentrandosi principalmente sul dei e dando giustificazioni razionali, mentre la cosmologia si basa sulle leggi che dirigono il mondo .

Raccomandato

rabbino
2020
giudizio
2020
Natale carol
2020