commercio

Il commercio è un'attività economica del settore terziario che si basa sullo scambio e sul trasporto di beni e servizi tra persone o nazioni diverse. Il termine si riferisce anche al gruppo di commercianti di un paese o di un'area, o allo stabilimento o al luogo in cui i prodotti vengono acquistati e venduti. Questo viene realizzato in un'area di fiere, campioni e mercati, la cui attività tende a esporre il prodotto finito e favorire la sua diffusione e vendita, ciò che conosciamo come commercializzazione.

commercio

Che cos'è il commercio

Quando si parla di cosa sia il commercio, si riferisce a qualsiasi attività che comporta lo scambio di beni o servizi attraverso l' acquisto e la vendita, in cui intervengono il venditore e l'acquirente e altri elementi intermedi coinvolti nel processo.

La sua etimologia deriva dal latino "commercium", che significa "acquisto e vendita di merci", mentre deriva dalla parola "merx" e "mercis" che significa "merce". Il termine è anche usato per indicare qualsiasi stabilimento o negozio, luoghi in cui vengono compiuti atti commerciali.

Ciò è stato favorito dalle specializzazioni del lavoro, dal momento che un'area industriale ha bisogno di altre per fornire e produrre e viceversa; Quindi, il commercio ha un posto così importante per il motore economico di una nazione e del mondo. Secondo ciascuna regione e le risorse che possiede, ogni località sarà rafforzata in alcuni aspetti specifici della produzione, con la cui produzione saranno in grado di fare affari con altre regioni.

Questo è legato a un'azienda, che sarà colui che vende la merce o promuove il servizio, e il consumatore finale, che godrà dei benefici di ciò che è stato acquistato. Il responsabile dell'azienda determinerà, tra gli altri, i mezzi di produzione, quali capitale, risorse umane, logistica, elementi di distribuzione.

Storia commerciale

Questa attività è antica come l'umanità, è nata quando alcune persone hanno prodotto più del necessario; tuttavia, mancavano altri prodotti di base. Andarono nei mercati locali e lì iniziarono a scambiare le loro eccedenze con altre persone; cioè, per praticare il baratto .

Origine del commercio

Verso la fine dell'età della pietra, nel Neolitico (tra circa 9.000 e 4.000 anni a.C.), il commercio iniziò a essere praticato in questo modo, quando l'agricoltura ebbe origine per la sussistenza.

L'obiettivo di questo, in linea di principio, era di soddisfare i requisiti elementari dell'uomo, come cibo e vestiti, con i quali concentravano il proprio lavoro sul coprirli.

Alla luce di ciò e grazie alla crescita e allo sviluppo della società, oltre alle colture ottenute attraverso l' agricoltura, che erano sempre più numerose grazie alla tecnologia, sono emerse nuove esigenze che dovevano essere coperte, quindi con questi primi passi, L'origine del commercio che conosciamo oggi è stata promossa.

L'evoluzione del commercio

Lo scambio di merci è stato perfezionato grazie allo sviluppo del trasporto di merci, che ha dato origine a ciò che oggi è noto come importazioni ed esportazioni, che sono state effettuate attraverso viaggi transatlantici.

Il baratto era impraticabile, poiché molti dei beni da scambiare erano deperibili, o una delle parti non era interessata al bene offerto dall'altra. Detto questo, hanno iniziato a scambiarsi oggetti di valore, come pietre preziose.

Successivamente, quando il denaro è stato creato, il processo è diventato più semplice, poiché lo scambio potrebbe essere effettuato in modo più equo in base al valore della merce, evitando così che una delle parti coinvolte fosse in svantaggio rispetto all'altra . I prodotti commercializzati principalmente dall'inizio di questo fenomeno erano cibo e abbigliamento, a cui l'intera popolazione aveva accesso, lasciando altri tipi di prodotti di lusso per i gruppi ricchi e privilegiati.

Oltre a quelli che importarono, emersero molte aziende, la maggior parte piccole, che vendevano merci nelle loro località e, più tardi, con l'arrivo della rivoluzione industriale, quando iniziò la produzione di serie in serie, il commercio fu potenziato. .

Più tardi, con il fenomeno della globalizzazione, il commercio è avanzato a nuovi livelli, dove sono state create zone di libero scambio e i costi di produzione potrebbero essere ridotti. Internet ha fornito i mezzi di pagamento e acquisto, poiché grazie alla rete globale è possibile acquistare beni e servizi con un clic.

Elementi di commercio

commercio

Nell'attività commerciale sono coinvolti diversi elementi che rendono possibile questo processo: il produttore, il distributore e il consumatore. Inoltre, uno statuto che impone le sue regole per la protezione di tutti i soggetti coinvolti.

Il produttore

All'interno del commercio, è l'elemento iniziale, poiché è chi si occupa della fabbricazione dei prodotti che saranno commercializzati dalle materie prime. Questi sono prodotti in serie per soddisfare la domanda per loro davanti a un vasto universo di acquirenti.

Nel prodotto che fabbricano, devono essere inserite le informazioni del loro produttore, come il luogo e il nome. Questi dati sono indicati nella confezione del prodotto, così come le informazioni sulla qualità e gli standard di certificazione in base ai quali sono stati presentati, che mira a fornire protezione del consumatore e credibilità al produttore.

Grazie all'automazione dei processi di assemblaggio, la produzione è pratica e tempi e costi sono risparmiati nella produzione, poiché i costi di manodopera sono ridotti, con conseguenti maggiori profitti e maggiore qualità del prodotto.

Il rivenditore

Il distributore è colui che acquista direttamente dal produttore e può prendere e distribuire la merce prodotta dal produttore ai rivenditori, che vendono tali prodotti al consumatore finale. Poiché è un intermediario, i prodotti acquistati attraverso di essi avranno un costo aggiuntivo sul costo di fabbrica.

Esistono distributori esclusivi di un marchio, in base al quale arrivano con quest'ultimo, il che li limita a vendere esclusivamente da quella fabbrica e non a distribuire prodotti simili dalla concorrenza. Tuttavia, ciò non dà loro il diritto di utilizzare il nome della fabbrica nel corso della loro attività commerciale, ma possono offrire agli acquirenti servizi complementari, come il servizio tecnico per i prodotti commercializzati, le vendite di pezzi di ricambio e altri servizi associati ciò che è commercializzato.

Ci sono distributori che vendono prodotti su larga scala ad altri distributori e quelli che vendono esclusivamente al pubblico al dettaglio. Il distributore può svolgere un ruolo importante per la vendita del bene o del servizio, poiché faciliterà la sua portata e posizionerà il prodotto in punti vendita più veloci da acquisire per il consumatore finale.

La società deve scegliere attentamente le sue strategie di distribuzione, quale ruolo svolgerà in essa, se consentiranno ad altre aziende di intervenire per essa (quindi devono stabilire statuti che non possono essere modificati a lungo termine) o se svilupperanno la propria rete .

Il distributore avrà solo il potere decisionale sulla scelta dei propri fornitori, gli accordi stipulati con essi, le condizioni nelle transazioni con essi e la selezione di un mercato redditizio per la vendita dei prodotti da distribuire.

Più una rete di distribuzione è più efficace e ampia, più facile e veloce sarà l'acquirente per acquisire il prodotto e dovrà viaggiare di meno per esso, il che si tradurrà in un processo di distribuzione più costoso, che aumenterà il prezzo.

I distributori si distinguono per:

  • Agenti: coloro che mantengono un rapporto intimo con i produttori e saranno stabiliti da zone.
  • Grossisti: chi acquista prodotti direttamente dal produttore o dagli agenti e rivende ai rivenditori e ad altri produttori.
  • Rivenditori: coloro che vendono il prodotto al consumatore finale.

Il consumatore

È quello che richiede un bene o un servizio dai suoi fornitori in cambio di denaro. Il consumatore può essere sia una persona fisica che una persona giuridica e questi prodotti saranno utilizzati per soddisfare un'esigenza nella loro vita quotidiana o per il funzionamento ottimale della loro azienda.

Allo stesso modo, questo è chi consuma o fa uso dei prodotti che acquistano, motivo per cui è l'obiettivo del commercio e l'anello finale della catena, ed è verso chi è diretta la campagna pubblicitaria quando si promuove un bene.

Il consumatore svolge un ruolo importante nella catena commerciale, poiché non si limita solo all'acquisto di prodotti, ma ha anche il potere di influenzare le decisioni del produttore di realizzare cambiamenti nelle offerte e nei beni offerti, adattandosi a le tue esigenze.

I fattori che influenzano il consumatore sono le loro preferenze, che stabiliscono quale tipo di prodotti hanno bisogno e quale marca preferiscono; e il tuo livello di reddito o potere d'acquisto, che determinerà quali opzioni hai quando scegli nell'ampio mercato commerciale.

È importante chiarire che il "consumatore" non è lo stesso del "cliente", poiché quest'ultimo è colui che acquisisce il bene ma non necessariamente lo "consuma". Ad esempio: una persona che compra cibo per il suo animale domestico .

Inoltre, il marchio conosce meglio il suo cliente, poiché stabilisce un rapporto con esso; mentre il consumatore è una persona anonima, che non mantiene necessariamente la fedeltà al marchio.

La legge commerciale

La legge sul commercio estero è uno statuto il cui obiettivo è regolamentare il commercio estero, rendendo l'economia nazionale più competitiva e integrata nel mercato internazionale, utilizzando le risorse nazionali in modo efficiente e promuovendo il benessere dei messicani.

Questo codice commerciale è composto da circa 400 standard e serve a determinare le linee guida sull'origine di un bene importato e deve garantire il rispetto della funzione di supervisione del commercio estero di merci e richiedere il rispetto da parte delle società che importano ed esportano le regole richieste dal mercato internazionale.

Esistono normative non tariffarie, servono a limitare l'ingresso e l'uscita di merci specifiche, a proteggere la sicurezza della nazione, l'equilibrio ecologico, la salute pubblica e l'economia del paese.

Per la regolamentazione del commercio tra le nazioni è ciò che è noto come un accordo di libero scambio, che sono accordi bilaterali per espandere il mercato tra paesi e continenti, il che implica un accordo sulla riduzione delle tariffe da entrambe le parti.

Il commerciante

commercio

È la persona che si occupa di commercio, attività che guida l'economia di una località, regione o paese; ma si riferisce anche al proprietario di uno stabilimento commerciale, che potrebbe essere indipendente o situato in un centro commerciale o in un centro commerciale, la cui attività viene svolta regolarmente o permanentemente.

La sua funzione è quella di acquistare e vendere merce per ottenere profitti da detto scambio. Per essere considerati commercianti, devono rispettare determinate norme che variano in base al luogo in cui esercitano le loro funzioni.

Questi sono stati i distributori in quanto tali, poiché sono quelli che mediano tra produttori e acquirenti, pubblicizzano i benefici del prodotto, importano ed esportano beni e sono responsabili dell'offerta di servizi post-vendita che, spesso, il produttore non può coprire .

Tipi di commercianti

Esistono due tipi di commercianti:

  • Il singolo commerciante o proprietario di una società, che è colui che svolge il commercio a proprio nome, o ciò che è noto come persone fisiche. Questo tipo di commerciante deve avere la capacità giuridica di esercitare e fare del commercio di massa la sua attività abituale.
  • Il commerciante collettivo è colui che è associato a una o più persone nell'ambito di un contratto, in cui uniscono beni o attività per formare una società mercantile da cui entrambi ne trarranno i benefici. Questo tipo di società è costituito per mezzo di un documento, che si tradurrà in una persona giuridica.

Tipi di commercio

Secondo lo scopo delle società, esistono diversi tipi di commercio:

Commercio all'ingrosso

Questo tipo di commercio è quello che acquista da produttori o agenti e li rivende ad altri distributori o alle persone che acquistano in quantità. Il tuo cliente sarà il commerciante con un negozio più piccolo, chiamato anche rivenditori.

Gli articoli sono venduti in blocco dal grossista in fasci o scatole e i prezzi unitari sono generalmente più economici rispetto ai rivenditori. Inoltre, di solito sono gestiti con portafogli clienti, che saranno altri distributori su piccola scala, anche se è possibile che alcune vendite dirette vengano generate agli utenti finali.

Alcuni grossisti possono avere il potere di classificare e imballare i prodotti prima della distribuzione, come nel caso dei grossisti di ortaggi o di alcuni prodotti generici, nel qual caso il grossista può stampare il proprio marchio.

Commercio al dettaglio

Il rivenditore si distingue per la vendita di articoli al dettaglio ai clienti finali, acquistando la merce dai grossisti, da cui acquista in volume. Sarà il cliente a pagare le tasse che vengono aggiunte al valore totale del prodotto.

Questo tipo di commercio, come il commercio all'ingrosso, fa parte di quello che è noto come commercio interno, poiché viene effettuato all'interno dello stesso territorio nazionale.

Commercio elettronico

commercio

Si tratta di acquistare e vendere articoli attraverso dispositivi elettronici e reti di comunicazione di massa. Lo strumento principale utilizzato in questo tipo di commercio è Internet. L'e-commerce, come è noto anche questo tipo di commercio, può essere un'opzione di vendita di una società fisica o l'unica opzione di vendita per società o piattaforme virtuali, in cui milioni di utenti possono acquistare e vendere liberamente, come MercadoLibre o eBay.

Tuttavia, questo sistema significava solo un'espansione, dal momento che il commercio elettronico è iniziato davvero negli anni '70, quando è emersa l'invenzione di un modo versatile di trasferire denaro. Esistono diversi tipi di commercio elettronico, tra i quali possiamo distinguere:

  • Consumatore aziendale, ovvero quando una normale persona pubblica in un forum o una piattaforma ha bisogno di un prodotto, in modo che vari fornitori possano offrire la loro merce in base alle esigenze della persona che ha pubblicato.
  • Business to consumer, in cui le aziende, fisiche o virtuali, offriranno i loro prodotti e servizi ai consumatori o ai clienti finali attraverso un sito Web .
  • Commercio mobile, in cui la persona acquisisce il bene o il servizio su Internet tramite il suo telefono cellulare.
  • Business to business, quando l'acquisto e la vendita dell'articolo avvengono tra due o più persone, trattando quasi sempre i prodotti necessari per l'elaborazione di altri tipi di merce e la sua successiva vendita.
  • Consumatore a consumatore, in cui chiunque può vendere e acquistare liberamente da un altro utente, come vendita di garage, ma digitale.

Secondo il tipo di trasporto

Secondo il loro mezzo di trasporto, si possono distinguere quattro tipi:

1. Trasporto marittimo o fluviale: è il tipo di commercio che viene inviato tramite container via nave attraverso gli oceani o i grandi fiumi. È un tipo di trasporto ampiamente utilizzato soprattutto per il commercio estero e le lunghe distanze, come da un continente all'altro a causa della grande quantità di merce che può essere spedita. Copre circa l'80% del commercio internazionale.

Oltre al traffico marittimo a lunga distanza, in questo tipo di trasporto esiste il cabotaggio marittimo interno, che offre servizi tra porti nello stesso paese e "trasporto marittimo a corto raggio" o traffico marittimo a corto raggio.

2. Trasporto terrestre: anche chiamato "entroterra", è quello effettuato con consegne di prodotti trasportati via terra e può essere effettuato come commercio interno all'interno del territorio nazionale, oltre che al di fuori dei confini.

Le consegne possono essere effettuate all'interno dello stesso territorio nazionale, nonché consegne internazionali su strada tramite camion; Allo stesso modo, esiste una consegna internazionale per ferrovia, il che presenta vantaggi, poiché il tasso di incidenti su questa tratta è basso e il suo costo è inferiore rispetto ad altri mezzi di trasporto.

3. Trasporto aereo: viene effettuato trasportando tutte le merci in aereo, da una città all'altra o da un paese all'altro. Il suo vantaggio rispetto ad altri mezzi di trasporto è la velocità di consegna che consente. Di solito viene utilizzato per la consegna di alimenti deperibili e merce di alto valore, sebbene sia un mezzo di trasporto costoso in relazione al peso.

4. Trasporto multimodale: è quello che collega i tre tipi di trasporto sopra o due di essi.

Commercio nazionale

Il commercio nazionale o interno è lo scambio di prodotti all'interno di un paese, può essere locale e regionale. È organizzato in due modi: commercio all'ingrosso o all'ingrosso, consiste nel processo commerciale tra produttori e commercianti che acquistano grandi quantità; e il commercio al dettaglio o al dettaglio è stabilito tra rivenditori e consumatori che acquistano prodotti in piccole quantità. Questo tipo di commercio sarà regolato secondo le normative del paese in cui viene effettuato, che lo renderà un commercio formale.

Commercio internazionale

commercio

s il tipo di commercio internazionale di beni e servizi che comprende tutti gli acquisti e le vendite effettuati da un paese con il resto del mondo . È classificato come: commercio di esportazione (vendita di prodotti che un paese fa ad un'altra nazione) e commercio di importazione (acquisto di prodotti che un paese fa ad un'altra nazione).

Questo tipo di commercio offre ai paesi l'opportunità di guadagnare spazio sul mercato in termini di specializzazione in una o più aree, in modo che possano essere riconosciuti in tutto il mondo.

Per dargli un quadro giuridico, ci sono organizzazioni internazionali che stabiliscono linee guida per controllare e stringere accordi tra nazioni che fanno parte dei patti che saranno firmati tra tutti i partecipanti, per ridurre i costi nello scambio di merci.

Saranno anche in grado di progettare strategie in caso di recessioni e stati di pressione in cui l'economia può essere direttamente colpita da un agente esterno come una guerra o un disastro naturale.

Raccomandato

neofita
2020
il roaming
2020
Fase
2020