comicio

Un Comicio era in diritto romano un'assemblea di abitanti del villaggio, in cui venivano decise tutte le azioni da intraprendere a favore della società e contro coloro che non corrispondevano in rispetto e obbedienza alla linea guida legale che iniziò a essere scritta a Roma. Secondo la sua etimologia, la parola comicio deriva dal latino "Comitium" che significa "Joint or Company", quindi si stabilisce che un comicio non è altro che un incontro di persone che insieme raggiungono un accordo.

comicio

La storia del diritto romano ci colloca riguardo alle elezioni all'inizio di questo, quando il re Romolo ordinò la divisione dei patrizi in tre tribù, che sarebbero poi state suddivise in 10 curie. Queste curie formerebbero le prime elezioni. Nella Repubblica, in assenza di legge, i magistrati e le assemblee furono costituiti da queste elezioni che decisero e formarono una parte importante di tutte le azioni avvenute a Roma. La figura elettorale era molto varia, nel corso del tempo sono emerse elezioni per ciascuno dei tipi di strutture esistenti: Elezioni per secoli, erano piccole delegazioni delle famiglie che componevano la curia e un'elezione per le tribù con una maggiore influenza sulle i voti che sono stati generati nelle discussioni.

Con l'ascesa dei cittadini comuni, anche questi tipi di organizzazioni apparvero tra loro, al punto che quando furono accettati al Senato iniziarono da un voto chiamato "Scelta del Plebiscito"

Raccomandato

diamante
2020
termodinamica
2020
foglio
2020