comedogenicità

La parola comedogeno si riferisce all'azione che un prodotto esercita quando provoca alcune imperfezioni note come comedoni (punti neri e punti bianchi), questo prodotto è chiamato comedogenico. Pertanto, tutto quel prodotto chiamato non comedogenico è uno che non ostruisce o ostruisce i pori della pelle. La comedogeneità è la capacità di alcuni, prodotti, droghe o altre sostanze come gli steroidi anabolizzanti di sviluppare punti neri dell'acne, questi punti neri sono lesioni di base o ferite dell'acne vulgaris, a seguito dell'accumulo e dell'aumento di sebo e cheratina nei fori di uscita di un follicolo pilifero. Queste macchie sono nere a causa dell'ossidazione del sebo, ma non a causa della presenza di sporco su di esse. I comedoni possono essere aperti, noti come punti neri, oppure possono anche essere chiusi in cui il poro non può essere osservato e provengono da lesioni infiammatorie della pelle.

comedogenicità

Tuttavia, i prodotti o i farmaci non comdongénicos sono quelli che, a causa della loro composizione, non aiutano l'aspetto di questi comedoni, siano essi punti bianchi o neri, o la complicazione dell'acne. Un prodotto cosmetico che ha viscosità o è appiccicoso non deve necessariamente essere comedogenico poiché un prodotto liquido potrebbe benissimo essere più comedogenico di uno più denso.

Molti prodotti cosmetici non includono alcuni ingredienti comedogenici come olio di germe di grano, alcool cetilico (emolliente), miristil miristato (condizionatore), isopropil miristato, Oleth-3, tra gli altri. Un prodotto cosmetico è classificato come non comedogenico e ottiene questo titolo dopo aver superato una serie di test e studi.

Raccomandato

Colonna giornalistica
2020
seduttore
2020
Leadership carismatica
2020