Comecon

COMECON è l'abbreviazione inglese di "Council for Mutual Economic Assistance", che in spagnolo è stata istituita con l'acronimo CAME o CAEM per descrivere andare al Council for Mutual Economic Assistance, si trattava di un'organizzazione di cooperazione economica istituita per facilitare e coordinare lo sviluppo economico dei paesi dell'Europa orientale appartenenti al blocco sovietico . Questo accordo multilaterale tra l'Unione Sovietica e i suoi stati satellite ha fornito una serie di stretti legami economici all'interno della sua giurisdizione, oltre a generare numerose risorse per gli investimenti dei paesi che lo includevano.

Comecon

Da parte sua, questa organizzazione, che era principalmente composta da paesi socialisti, aveva lo scopo di promuovere le relazioni commerciali tra i suoi membri al fine di contrastare le entità internazionali che erano immerse nell'economia capitalista. Ha anche cercato di avere un'alternativa al noto "Piano Marshall" promosso dagli Stati Uniti per il riaggiustamento dell'economia dei paesi europei dopo la seconda guerra mondiale .

La COMECON è stata creata nel gennaio 1949 con sede a Mosca in risposta alla formazione del Comitato per la cooperazione economica europea nell'Europa occidentale tra il 1949 e il 1953. Alla fine degli anni '50, dopo la formazione della Comunità economica europea in Europa A ovest, COMECON ha intrapreso sforzi più sistematici e intensivi in tal senso, sebbene con scarso successo. Dopo le rivoluzioni democratiche nell'Europa orientale del 1989, l'organizzazione perse gran parte del suo scopo e potere, e i cambiamenti nella politica e nel nome nel 1990-1991 significarono la sua disintegrazione .

I territori membri di COMECON erano Unione Sovietica, Bulgaria, Cecoslovacchia, Ungheria, Polonia e Romania ; poi, nel febbraio del 1949, l' Albania fu integrata nell'organizzazione, ma cessò di partecipare attivamente alla fine del 1961; nel settembre 1950 la Repubblica Democratica Tedesca unì le forze con la Repubblica Popolare della Mongolia nel giugno 1962. Nel 1964 fu firmato un accordo che consentiva alla Jugoslavia di partecipare in condizioni di parità con i membri della COMECON nelle aree di commercio, finanza, valuta, e l'industria. Cuba, nel 1972, divenne il nono membro a pieno titolo e il Vietnam, nel 1978, divenne il decimo.

Raccomandato

cromo
2020
neonato
2020
Formulazione di leggi
2020