colloide

Il termine colloide viene usato per definire quella sostanza che, quando incontra un liquido, si disperde gradualmente . Il colloide può essere costituito da due fasi fondamentali per il processo che sono, una fase dispersa e una fase dispersa.

colloide

Da parte sua, la fase di dispersione o dispersione è un fluido, cioè una sostanza continua. Mentre la fase dispersa è composta da particelle colloidi. Allo stesso modo, un sistema colloidale, particelle colloidali, che di solito sono elementi solidi molto piccoli, possono disperdersi nella fase di dispersione. È importante notare che, in alcuni casi, la fase di dispersione del colloide non è un liquido, ma una questione in un diverso stato di aggregazione.

Allo stesso modo, le particelle colloidi sono microscopiche e quindi non possono essere viste così facilmente. Ecco perché i colloidi differiscono dalle sospensioni, le cui particelle sono visibili senza la necessità di utilizzare un microscopio . Inoltre, le sospensioni possono fuoriuscire, mentre i colloidi no e le loro particelle tendono a separarsi a riposo, un atto che le particelle non formano un colloide.

Pertanto, un colloide è considerato un sistema non omogeneo . A causa della forza attrattiva esistente tra la fase di dispersione e la fase di dispersione, quindi, i colloidi hanno caratteristiche diverse e ricevono nomi diversi, alcuni sono gel, schiuma, aerosol, tra gli altri.

Alcuni prodotti che appartengono o sono strutturati dai colloidi sono: gelatina, formaggio, schiuma da barba e nebbia. Ad esempio, nel caso della gelatina, si vede che è un colloide di tipo gel, che è traslucido e incolore.

Raccomandato

valore
2020
Assassino seriale
2020
monopolio
2020