Coesistenza scolastica

La convivenza scolastica è costituita dall'insieme delle relazioni umane stabilite tra tutti gli attori che fanno parte di un'istituzione educativa (studenti, insegnanti, presidi, genitori, tra gli altri) a livello di uguaglianza e rispetto dei loro diritti e differenze. Nel 2005 Donoso Cedeño ha sottolineato che l'intera comunità educativa è responsabile della qualità della convivenza scolastica.

Coesistenza scolastica

Per raggiungere la coesistenza scolastica, sono necessari vari elementi, da quelli relativi alle infrastrutture e ai servizi offerti dall'istituzione scolastica, alla volontà e all'impegno di tutti i suoi membri (studenti, genitori, familiari, insegnanti, presidi, personale amministrativo, tra altri). Tuttavia, quando si analizza l'esperienza delle diverse istituzioni educative nella costruzione di una convivenza scolastica, è evidente che le "regole interne di coesistenza scolastica" costituiscono un punto di partenza per migliorare le relazioni di convivenza tra i suoi membri e stabilire linee guida e meccanismi per la risoluzione dei conflitti in modo positivo.

La convivenza è un'azione chiave per condividere la vita con gli altri. Agire per vivere implica imparare da se stessi e dagli altri. Vivere insieme è quindi un esercizio permanente di gratuità e generosità, è un gesto »

Partendo dal quadro socio-costruttivista dell'apprendimento, vivere insieme a scuola è ontologicamente preciso e decisivo per l' apprendimento, poiché non tutta la convivenza scolastica ci consente di costruire e condividere conoscenze. Da questa aspettativa, di fronte a scarsi indicatori di apprendimento, è evidente la necessità di affrontare la capacità di convivenza nella comunità scolastica.

La coesistenza è un fenomeno implicito e ancora involontario, che non era realmente contemplato nell'architettura originale del sistema educativo . Da lì nasce la vocazione della Rete latinoamericana di coesistenza scolastica «di mettere in discussione il problema, di collaborare affinché la convivenza sia compresa, visibile, ricercata e illustrata, con la raccolta di strumenti utili e strategie pertinenti per incorporare l'atto di coesistono, con l'atto di formazione per la convivenza nell'apprendimento per tutti, per garantire che i nostri centri educativi siano comunità in cui si impara a rispettare, sostenere e trattare bene gli altri.

Quando sentiamo parlare del termine coesistenza scolastica, lo associamo immediatamente a ciò che è bullismo e violenza nelle scuole. Ma la definizione del Ministero della Pubblica Istruzione sulla coesistenza scolastica è "la pacifica convivenza dei membri di una comunità educativa, il che significa che l'interrelazione positiva tra loro e consente l'adeguato raggiungimento degli obiettivi educativi in ​​un clima che favorisce lo sviluppo integrale di gli studenti «.

Raccomandato

Lúdico
2020
permeabile
2020
antipasto
2020