cinema

La cinematografia comunemente nota con la sua sigla "cinema" è un'arte che si occupa di trasmettere rapidamente immagini o cornici per dare la sensazione di movimento . Per realizzare un'opera cinematografica, è necessario l'intervento di altri elementi, sia tecnici che economici e creativi, come la fotografia, la scrittura delle sceneggiature, l'impostazione delle scene, la gestione delle telecamere, la regia del suono., la produzione dell'opera, tra gli altri elementi.

cinema

Cos'è il cinema?

La maggior parte delle persone ha l'idea sbagliata di concepire che il concetto di cinema è completamente diverso dal concetto di cinematografia, tuttavia, è importante sapere che entrambi i termini sono completamente identici, poiché la definizione di cinema è dovuta all'abbreviazione di cinematografia. Questa tecnica artistica consiste nella capacità di catturare, salvare e trasmettere immagini in circolazione, fornita da un supporto uditivo. Questo processo viene avviato regolarmente con una videocamera ed è legato alla fotografia tecnica e creativa.

La definizione di cinematografia è anche spiegata come arte plastica in movimento e, dopo la sua nascita, ha iniziato a essere considerata come "la settima arte", inoltre le sue varie forme espressive sono centralizzate in un'unica opera, che è il film. L'architettura è visualizzata nei set delle riprese, la scultura si manifesta attraverso animazioni digitali, il dipinto si riflette nella colorimetria e nella classificazione dei colori delle immagini, la musica è incorporata grazie alle colonne sonore, la danza può riferirsi ai musical e La letteratura può essere trovata nella sceneggiatura della commedia.

Il concetto di cinema è anche legato alla capacità di raccontare storie attraverso rappresentazioni di immagini in cui i fotogrammi vengono catturati rapidamente e progressivamente, creando illusioni di movimento. Tuttavia, da un diverso punto di vista, la definizione di cinema si riferisce alle stanze o agli spazi in cui i film sono sviluppati per un determinato pubblico in cui hanno uno spazio condizionato costituito da uno schermo di produzione e un pubblico.

Il cinema e i suoi derivati ​​svolgono un ruolo molto importante nel mondo contemporaneo e nell'idea della comunicazione che viene solitamente utilizzata, perché tutto viene filmato e riprodotto da altre leghe di persone e anche anni dopo. La cinematografia riproduce video di persone decedute e proietta eventi accaduti in qualsiasi altra parte del mondo.

Per ottenere la definizione di cinematografia, sono state condotte analisi e indagini sulla sua evoluzione storica, effettuando alcuni esperimenti fotografici e creativi, che hanno anche coperto vari approcci come sociologia, psicologia e politica.

In un altro ordine di idee, si può dire che un concetto di cinematografia si riferisce al processo che porta a un certo spettacolo, in cui la tecnologia fotografica viene utilizzata per sviluppare un sentimento di movimento e in cui le registrazioni audio che lo accompagnano Queste immagini aiutano a costruire esperienze informative, estetiche e audiovisive.

Come fare un film

cinema

Durante la creazione di un film devi passare attraverso diverse fasi che durano un certo tempo e che sono pre-produzione, produzione e post-produzione . Durante la pre-produzione, vengono fatti tutti i preparativi necessari per iniziare le riprese del film, il primo passo si basa sulla preparazione di una sceneggiatura, alla quale oltre allo sceneggiatore, il produttore esecutivo può partecipare e quindi ottenere il miglior risultato possibile. Successivamente, viene eseguito un casting per selezionare gli attori che interpreteranno i ruoli principali nel film.

Allo stesso tempo, saranno prese tutte le misure necessarie per aprire le riprese, come finanziare il progetto, selezionare lo spazio in cui verrà registrato, il contratto per lo staff tecnico che lavorerà al film e preparare lo storyboard. chi dirigerà la registrazione. Una volta completati tutti questi passaggi, è tempo di iniziare la fase di produzione, che porta alle riprese del film. Ciò dovrebbe cercare di adeguarsi il più possibile alle date stabilite in anticipo su un calendario, per sfruttare il tempo e il denaro investiti.

Nel corso di questo progetto, un gran numero di professionisti del cinema si interpongono ed è dove viene eseguito tutto ciò che risiede nella fase precedente. Contrariamente a quanto pensano molte persone, le esibizioni non sono registrate nello stesso ordine in cui verranno visualizzate nel filmato finale, ma sono organizzate in base alla disposizione degli attori, al tempo di noleggio dei set di riprese, all'archetipo delle posizioni visualizzate, ecc.

Una volta registrato il materiale necessario, inizia la fase di post-produzione, in cui viene attribuito il significato di tutto ciò che è stato fatto finora. In questo modo, nello studio di montaggio, le scene più appropriate di tutti i filmati disponibili vengono manipolate, selezionate e organizzate, fino a procedere a quello che sarà il montaggio finale che raggiungerà gli schermi. In questo momento l'elemento risonante viene aggiunto al film e viene introdotta la colonna sonora insieme agli effetti scenici che lo richiedono.

Allo stesso modo, le possibili voci che entrano nel film vengono registrate in off e, se necessario, si ripetono i dialoghi di scene che non sono del tutto piacevoli. Una volta che tutto il contenuto è stato completato e unito, la versione finale del film è disponibile e, quindi, vengono lanciate le attività che contribuiscono alla sua promozione, per far conoscere il lavoro al pubblico e alla stampa specializzata. Successivamente, le copie del film vengono distribuite a tutti i cinema per la sua premiere e per farlo raggiungere allo spettatore.

Elementi coinvolti nella realizzazione di un film

Per riassumere tutto quanto sopra menzionato, si evidenzia che gli elementi della cinematografia sono:

  • La regia, condotta dal regista, che è responsabile delle riprese del film in tutte le sue fasi, è anche quella che controlla che la sceneggiatura sia eseguita correttamente.
  • La sceneggiatura, definita come il piano di lavoro svolto durante le riprese, contenente i dialoghi, la musica e gli elementi che compongono l'assemblaggio finale.
  • Le riprese, che portano alla partecipazione degli attori e mettono in pratica tutto ciò che la sceneggiatura dice.
  • Il montaggio, noto come il mix di immagini e suoni creati per il prodotto finale che verrà visualizzato dal pubblico.
  • L'edizione, che fa parte dell'assemblea e corrisponde ai tecnici che utilizzano i programmi audiovisivi appropriati.
  • Illuminazione, che è ciò che migliora l'ambiente e il modo in cui il pubblico percepirà le immagini.
  • Il team umano, composto da ciascuno degli attori, team tecnici, team di produzione e team di assistenza generale.
  • E infine, pre-produzione, produzione e post-produzione, che sono le fasi in cui si trovano veramente le sfide e i compiti che devono essere risolti, ad esempio i budget studiati in pre-produzione per le audizioni e la ricerca di location., le riprese di sequenze specifiche in produzione e il materiale ottenuto sulle riprese durante la post-produzione.
  • Storia del film

    cinema

    La storia del cinema risale al 1895, quando i fratelli Lumière svilupparono la prima proiezione di immagini in movimento, inventando quello che è attualmente noto come cinematografo e avendo come precedente il cinetoscopio dell'uomo d'affari Thomas Edison. Questi personaggi avevano realizzato una macchina fotografica che riusciva a registrare le immagini in circolazione, ma che non aveva ancora la capacità di riprodurle e sebbene non avessero abbastanza fiducia nel potenziale tecnico e artistico di questo nuovo manufatto. Nel tempo, queste proiezioni sono riuscite ad attirare la curiosità di molti spettatori.

    L'origine

    Il cinema è stato sviluppato da una prospettiva scientifica molto prima che le sue aspettative artistiche e commerciali fossero riconosciute. Uno dei principali progressi scientifici che hanno alimentato il progresso cinematografico sono state le obiezioni di Peter Mark Roget, in cui ha pubblicato un'importante opera intitolata "La persistenza della visione in quanto colpisce gli oggetti in movimento" che afferma che l'occhio umano conserva le immagini per un frammento di secondo dopo che l'individuo smette di tenerle davanti. Questa scoperta ha incoraggiato diversi scienziati a condurre ricerche per brevettare il principio.

    I primi film cinematografici

    I primi a presentare il primo film nella storia del cinema furono i fratelli Lumière e fu girato a Parigi intorno all'anno 1895, con il nome "The factory outlet" registrato con un direttore della fotografia in cui alcuni lavoratori che lavoravano in una fabbrica francese. Dopo aver fatto numerose presentazioni in associazioni scientifiche e università, i fratelli Lumière hanno realizzato una proiezione commerciale dei film girati a Lione in cui hanno dimostrato la vita quotidiana della città.

    Trame e grandi personaggi

    Il fascino di ciò che è il cinema non si basa solo sulla creazione di effetti visivi sensazionali, in quanto dipende anche dalla narrazione contenuta nella storia. Uno dei modi più efficaci per scartare una trama suggestiva è rivolgersi alla componente più importante della magia, la distrazione. In questa occasione, vengono presentati i film che hanno completamente trasformato la direzione della trama e il tono, offrendo inaspettati, ma piacevoli, stupori.

    "Soylent Green" è un complotto di Richard Fleischer, interpretato da Charlton Heston, che racconta le esperienze di un agente di polizia di New York che ha condotto le indagini sull'omicidio del direttore di una società di produzione alimentare in un'era di sovrappopolazione e, praticamente, della fine dei tempi. Un altro dei grandi film del cinema era "Il sesto senso" e parla di uno psicologo, interpretato da Bruce Willis, che cerca di aiutare un giovane terrorizzato dal dono di percepire i morti, che si è scoperto essere stato assassinato un anno fa e che per questo motivo può vederlo.

    L'evoluzione del cinema finora

    I fratelli Lumière hanno iniziato ciò che è il cinema con l'invenzione del cineasta, in seguito Burton Wescott e Daniel Comstock sono riusciti a trasformare la cinematografia in bianco e nero in una di colore. Questa scoperta, basata sul metodo kinemacolor, potrebbe registrare immagini nei toni del rosso e verde acqua, usando solo un obiettivo. Ciò è stato dimostrato con il debutto di "The gulf between" nel 1917. Successivamente, è passato dai film muti a uno in cui i suoni sono collegati alle immagini proiettate.

    Il progresso tecnico che ha reso possibile è stato il videocitofono e questo ha permesso la registrazione di colonne sonore e persino testi parlati su dischi che sono stati successivamente riprodotti insieme al film. Due decenni dopo, è stato sviluppato un sistema di riprese che ora è noto come Cinemascope, che riceve immagini di grandi dimensioni ottenute comprimendo una dimensione naturale all'interno dello schema standard da 35 mm. Il suo scopo è quello di raggiungere un rapporto tra 2, 66 e 2, 39 volte più largo che alto, grazie alle lenti anamorfiche utilizzate nelle macchine di proiezione.

    Successivamente, lo sviluppo della fotocamera multiplano ha consentito l'aggiunta di opere di animazione dotate di effetti tridimensionali, consentendo alle immagini di apparire più realistiche. Successivamente, è stato creato il cinema di quarta dimensione, ricreando le condizioni fisiche che vengono visualizzate sullo schermo come pioggia, nebbia e altri effetti. Allo stesso modo, Disney e Pixar eccellevano nell'uso della grafica generata da computer.

    Generi cinematografici

    cinema

    I film al cinema di solito appartengono a un genere caratterizzato dall'avere un modello precedente, sia esso teatrale, letterario o cinematografico, che imitano ma sempre all'interno di un canale prestabilito. Alcuni tipi di film possono essere commerciali, indipendenti, animati e persino documentari e, grazie alla tecnologia, possono essere visualizzati in un cinema online, consentendo a ogni premiere di cinema di essere apprezzato nei suoi vari generi.

    Cinema commerciale

    Si riferisce ai film creati dalle industrie cinematografiche, rivolti a grandi spettatori e con i quali viene generato un ritorno economico come motivo fondamentale. La maggior parte dei film proiettati in cinema di qualità rientrano in questa categoria, in quanto promossi da varie campagne pubblicitarie. Un esempio di questo tipo è l'età d'oro del cinema messicano poiché è stato un periodo storico che è diventato il centro dei film commerciali in tutta l'America Latina e parla spagnolo.

    Cinema indipendente

    Questi film non sono stati proiettati dai principali studi cinematografici e non è come il cinema commerciale, poiché questa categoria di solito ha produzioni a basso budget . Inoltre, indirizzano argomenti controversi per analizzare quelle circostanze dimenticate che sono spesso date per scontate. Il cinema di qualità che questa gamma possiede, si riflette nelle hit del film come "Vorrei essere un milionario" di Danny Boyle, "Scappa!" di Jordan Peele, "The Black Swan" di Darren Aronofsky, tra gli altri.

    Cinema d'animazione

    È un metodo che fornisce una percezione del movimento a figure, disegni, persone, immagini computerizzate e qualsiasi altro oggetto che possa essere immaginato, fotografando o usando piccoli cambi di posizione in modo che l'occhio umano possa catturare questo processo come un vero movimento. Attualmente, la tecnologia ha permesso un cartellone cinematografico online che offre il meglio delle animazioni in modo che le persone possano godere di questa categoria comodamente da casa.

    Film documentario

    Questo gruppo non è come nel cinema d'animazione, poiché si basa su immagini tratte dalla realtà, che presentano storie particolari e si basano su archivi e memorie di culture diverse da mostrare in modi diversi. Il gran numero di questi film consente un'indagine storica su ciò che è stato filmato e le prospettive future. Un esempio di questa gerarchia è uno dei grandi documentari del cinema messicano noto come "Olimpiadi del Messico", pubblicato nel 1969 e diretto dal regista Alberto Isaac Ahumada.

    Raccomandato

    cariatide
    2020
    staffe
    2020
    Postura
    2020