cella

La cellula è conosciuta come l'unità anatomica, fisiologica e di origine di ogni essere vivente . Ognuno è una porzione di materia costituita e organizzata in grado di sviluppare tutte le attività associate alla vita: alimentazione, relazione e riproduzione, in modo tale da poter essere considerata un essere con una vita propria. All'interno, si verificano numerose reazioni chimiche che consentono loro di crescere, produrre energia ed eliminare gli sprechi. Ottieni energia dal tuo cibo ed elimina le sostanze che non ti servono. Risponde ai cambiamenti che si verificano nell'ambiente e possono riprodursi dividendo e formando altri di se stesso.

cella

Classificazione cellulare

Tutti gli organismi viventi sono costituiti da queste unità anatomiche e, a seconda che ne abbiano una o più, possono essere classificati in unicellulari (batteri, euglena, ameba, ecc.) E multicellulari (uomo, animali, alberi, ecc.). ).

Le dimensioni possono essere molto varie, sono generalmente molto piccole, per osservarle è necessario un microscopio. Il diametro di può essere tra 5 e 60 micron. Inoltre, con differenze di dimensioni, hanno un'ampia varietà di forme (sferica, conica, appiattita, irregolare, poliedrica, canna, tra le altre).

La maggior parte consiste di tre strutture di base: la membrana plasmatica; quale è la barriera principale che stabilisce ciò che può entrare o lasciarlo. Il citoplasma, che occupa la maggior parte degli interni e al suo interno vi sono altre strutture (organelli), che sono responsabili dello svolgimento delle attività per il suo funzionamento (mitocondri, ribosoma, lisosoma, vacuolo, tra gli altri). E infine; il nucleo, che funziona come una torre di controllo che dirige e ordina tutto ciò che accade all'interno dell'unità anatomica; contiene tutto il materiale genetico (DNA e RNA).

D'altra parte, nella sfera politica questa parola presenta un'altra definizione, poiché è vista come un gruppo di affiliati che costituiscono un'organizzazione o un'unità collegata a un centro comune, ma indipendente l'una dall'altra.

A seconda della struttura interna, possono essere: procarioti ed eucarioti. Il primo materiale genetico presente si è disperso nel citoplasma poiché non ha un nucleo definito, ad esempio batteri e alghe. Questi ultimi se hanno un nucleo ben definito, sono rappresentati dai protozoi, dalla pianta e dall'animale.

Cellula procariotica

Sono organismi con strutture molto semplici, senza nuclei, la maggior parte di essi sono unicellulari, ma potrebbe essere un caso multicellulare. I batteri e le cianoficee blu-verdi, o alghe, sono caratterizzati dal fatto che il loro DNA non è isolato da un involucro nucleare.

La struttura è molto semplice e non hanno un sistema di scomparti limitato da membrane. Sono composti da sei elementi, questi possono o meno essere presenti nella sua struttura:

  • Parete cellulare
  • Membrana al plasma
  • citoplasma
  • scomparti
  • nucleoide
  • organello

I procarioti sono piccoli organismi monocellulari limitati da una membrana plasmatica. Sulla membrana presenta una seconda parete cellulare e in alcuni casi fino a un terzo, che si chiama capsula.

La parete è una struttura rigida che modella l'unità anatomica e ha una costituzione diversa rispetto ai batteri Gram positivi e Gram negativi.

Oltre il muro, molti batteri hanno uno strato di polisaccaridi o polipeptidi, chiamato capsula di varie funzioni.

Cellule eucariotiche

Sono molto più evolutivi, grandi e moderni dei procarioti, sono caratterizzati da organelli membranosi come mitocondri, reticolo endoplasmatico e apparato del Golgi.

Rappresenta l'evoluzione della vita e ha posto le basi per una maggiore diversità biologica, nonché le possibilità delle specifiche unità anatomiche degli organismi pluricellulari, originando i regni superiori come piante, funghi, animali e protisti.

Ce ne sono di tre tipi:

Cellula animale

Non hanno plastidi o pareti cellulari, sono formati da piccoli vacuoli molto abbondanti

Cella Vegetale

È coperto da una parete di cellulosa e proteine ​​che protegge la sua membrana e la rende più forte, più resistente e con cloroplasti che trasportano la clorofilla necessaria per la fotosintesi.

Celle Di Funghi

La sua parete è simile alla verdura, contiene chitina, per questo ha una definizione cellulare inferiore . È considerato tra il vegetale e l'animale poiché non svolge la fotosintesi.

Hanno due funzioni fondamentali che sono:

  • Autoplay.
  • L'istinto di conservazione.

Organismi multicellulari

Come indica il loro nome, sono organismi costituiti da più di un'unità anatomica, questi sono integrati in modo indipendente. Il loro sviluppo è legato alla specialità e alla divisione, sono efficienti, ma nonostante ciò, dipendono da altri per soddisfare i loro bisogni e sopravvivere.

La quantità di questo tipo è variabile, possono variare da poche decine a milioni, questi organismi pluricellulari si trovano in:

  • Animali.
  • Piante.
  • funghi.
  • Ciliati.
  • Alghe.
  • Foraminiferi.

Organismi Unicellulari

Sono organismi formati da una cellula, vale a dire, in essi si verificano tutti i processi della vita, ad esempio cibo, riproduzione, digestione e, naturalmente, escrezione. Generalmente non possono essere visti, sono microscopici, per questo motivo sono chiamati microrganismi.

Gli organismi più noti di questo tipo sono:

  • Amebe.
  • Plancton.
  • Batteri.

Caratteristiche cellulari

Sono unità minime e fondamentali negli organismi. Questi hanno caratteristiche funzionali e strutturali.

Caratteristiche strutturali

  • Sono avvolti o circondati da una membrana che separa e comunica con l'esterno, è responsabile del controllo dei loro movimenti e del potenziale elettrico. Questa caratteristica è diversa in ciascun tipo di questi; piante, animali, funghi e batteri.
  • Al suo interno ha una membrana dove alloggia il citosol e gli elementi cellulari.
  • All'interno immagazzinano materiale genetico sotto forma di DNA e acido ribonucleico, oltre a proteine ​​ed enzimi che mantengono attivo il metabolismo.

Caratteristiche funzionali

cella

  • Mentre si trasformano, si nutrono di sostanze, rilasciano energie ed eliminano gli sprechi attraverso il metabolismo .
  • Questi sono nutriti, crescono e si dividono, formando un'altra unità esattamente come l'originale, attraverso il processo chiamato divisione cellulare.
  • Come parte di un ciclo, subiscono cambiamenti nella loro forma e funzioni, questo processo è chiamato differenziazione cellulare.
  • Questi possono comunicare con altri, attraverso segnali chimici, come ormoni o neurotrasmettitori . Inoltre, rispondono a stimoli chimici e fisici, sia all'interno che all'esterno.
  • Nella loro evoluzione, subiscono trasformazioni ereditarie, che influenzano il loro adattamento a un ambiente specifico.

Biologia cellulare

È specificamente la disciplina specializzata nello studio di ciò che è la cellula. Questa specialità scientifica si concentra sulla struttura, il funzionamento, il modo in cui è composta, le interazioni e le proprietà di questi organismi microscopici e, soprattutto, forniscono informazioni relative alla genetica, immunologia e biochimica degli esseri viventi.

Alcuni degli obiettivi della biologia cellulare sono:

  • Riconosci la composizione del citoplasma.
  • Differenzia gli elementi della funzione di questi, come geni e genomi.
  • In generale, ottenere una visione di questi e della loro origine.
  • Differenzia i legami covalenti polari e non polari.

Discipline ausiliarie della biologia cellulare

Trattandosi di una scienza molto specifica, il suo studio può essere applicato ad altre discipline, alcune delle quali sono:

citologia

È responsabile dello studio dell'unità anatomica animale.

anatomia

Li studia ma dal punto di vista microstrutturale, cioè descrive gli organi, i tessuti, ecc.

biochimica

È responsabile dello studio degli esseri viventi e della loro struttura molecolare e dei cambiamenti subiti nella loro materia e anatomicamente.

genetica

Studia il contenuto genetico presente nella cellula e l'ereditarietà.

Parti di cellule

cella

Questa è la parte più piccola, ma allo stesso tempo più funzionale del corpo. Questo svolge le funzioni di autoconservazione, autoriproduzione e alcune delle sue parti sono:

Membrana al plasma

È uno strato incaricato di controllare l'ingresso di nutrienti al suo interno, nonché l'eliminazione dei rifiuti. Questa membrana protegge il citoplasma e lo circonda nella sua interezza, è formata da una miscela di proteine ​​e lipidi, oltre a proteggere anche il nucleo o i nuclei a seconda dei casi.

citoplasma

Questo è dove si trovano i ribosomi, l'apparato del Golgi, i mitocondri e altri organi. Il citoplasma è formato dalla miscela di sostanze organiche e inorganiche più acqua, che gli conferisce una consistenza viscosa. Si trova tra la membrana plasmatica e il nucleo della cellula . Interviene nel suo movimento e mantiene gli organi cellulari galleggianti.

Nucleo cellulare

È l'area in cui si trovano DNA o sostanze cromosomiche o cromatina. Il nucleo si trova al centro del citoplasma, ha una forma sferica ed è coperto da una doppia membrana. All'interno si trova il nucleolo, composto da proteine ​​e acido ribonucleico, che è responsabile della creazione di ribosomi.

È importante sottolineare che la teoria cellulare è utilizzata in biologia come risorsa per spiegare la costituzione degli organismi viventi, a partire dalle unità anatomiche.

I principi della teoria cellulare sono:

  • Gli esseri viventi nella loro interezza, sono formati da prodotti o cellule di secrezione.
  • L'unità strutturale della materia vivente è la cellula e questo può essere sufficiente per formare un organismo.
  • Tutti questi derivano dal preesistente e dalla loro divisione.
  • È l'origine di tutti gli esseri viventi.
  • Le funzioni principali di un organismo si verificano dentro e intorno a loro, oltre a controllare le sostanze che secernono.
  • L'unità fisiologica della vita sono le cellule.
  • In essi si trovano tutte le informazioni ereditarie, oltre ad essere un'unità genetica.

Cosa sono le cellule staminali

Sono responsabili della fornitura di nuove cellule al corpo, si dividono e possono formare molti di loro e altri di diversi tipi, ad esempio quando si formano nuove unità anatomiche della pelle, alcune sono madri di questo tipo e altre svolgono la funzione di produzione di pigmenti di melanina.

Quando l'essere umano subisce danni in questi, a causa di incidenti, lesioni o danni alla salute, in quel momento vengono attivate le cellule staminali, rigenerando i tessuti danneggiati e sostituendo quelli che muoiono. In questo modo prevengono l'invecchiamento precoce e mantengono in salute l'uomo.

Per comprendere il processo di specializzazione cellulare, bisogna sapere che ogni unità antomica nel corpo contiene tutto il materiale genetico necessario (DNA) nel suo nucleo, per diventare un altro di qualsiasi tipo.

La specializzazione si svolge nello sviluppo embrionale. Una volta fecondato l'uovo, lo zigote inizia a dividersi rapidamente, dando origine a nuove unità anatomiche. Man mano che il corpo dell'embrione si sviluppa, decidono che tipo diventeranno, cioè la specializzazione cellulare in atto, che è un processo irreversibile.

Questi sono classificati in base al loro potenziale di differenziazione in:

  • Totipotenti.
  • Pluripotenti.
  • Multipotenti.
  • Unipotenti.

Esistono alcuni tipi di malattie, incluso il cancro, che impediscono alle cellule staminali di svilupparsi in modo normale . Se questi non sono normali, non sono in grado di produrre unità ematiche anatomiche. Quando viene eseguito un trapianto di cellule staminali, ne vengono forniti di nuovi.

I principali trapianti di cellule staminali sono:

  • Trapianto autologo: è anche chiamato trapianto autologo o chemioterapia, è un autologo ad alte dosi di unità anatomiche madri.
  • Trapianto allogenico: chiamato anche trapianto allogenico, il paziente riceve le unità anatomiche madri di un'altra persona. Per questa procedura è importante trovare una persona che abbia un midollo osseo compatibile con il paziente.

Raccomandato

Battisti
2020
oligarchia
2020
locanda
2020