Cavo d'argento

Sul piano astrofisico , il cordone d'argento rappresenta una sorta di filo d'argento altamente elastico che consente al corpo astrale di separarsi dal corpo fisico . Questo concetto è gestito da diversi esperti del settore, come astrologi, chiaroveggenti, astrofisici, ecc. Coloro che credono che una volta che il corpo astrale è separato dal corpo fisico (qualcosa che di solito si verifica quando la persona dorme), è ancora attaccato all'altro, attraverso il cordone d'argento.

Cavo d'argento

Quando una persona muore, questa corda si indebolisce fino al punto di rompersi, permettendo allo spirito della persona di viaggiare nella sua nuova dimensione.

La natura flessibile di questo cavo consente al corpo astrale di avere un movimento illimitato all'interno del piano astrale.

Molti di coloro che hanno vissuto situazioni vicine alla morte o hanno fatto viaggi astrali, hanno affermato di aver visto questo tipo di filo di luce che li tiene attaccati ai loro corpi fisici e che di solito viene tagliato quando viene raggiunta la morte fisica, poiché se si rompe durante un viaggio astrale, il corpo o lo spirito astrale non potrebbe tornare al suo corpo .

Tuttavia, il fatto che questo tipo di corda invisibile sia tagliata alla morte non significa che sia tagliata anche quando si sperimenta un viaggio astrale o si hanno esperienze vicine con la morte; ad esempio, in quest'ultimo caso, il cavo può estendersi fino al punto di non ritorno, è da lì che la persona inizia ad avere visioni simboliche in cui osserva pareti, corsi d'acqua, recinzioni. Questo tipo di immagini riflette la nozione di limite esistente tra il piano fisico e quello astrologico.

Il filo d'argento è anche nominato nella Bibbia nel libro di Ecclesiaste 12: 6 “Ricorda il tuo creatore prima che il filo d'argento e la pentola d'oro siano fatti a pezzi; prima che la brocca si schianti contro la fontana e la puleggia del pozzo si spezzi in mille pezzi ”

In breve, il filo d'argento è quel filo di energia che ti collega con questo mondo e l'altro, che rappresenta la parte divina del nostro essere .

Vale la pena ricordare che in materia cinematografica, c'è un film che parla di questa connessione, è il film horror "insidius", in questa storia il personaggio che dorme poteva fare viaggi astrali, tuttavia questi viaggi ogni giorno erano più lontani, cosa che ha fatto sì che il suo spirito impiegasse più tempo del necessario per tornare al suo corpo fisico, ciò indeboliva il cordone che collegava il suo corpo astrale al suo corpo fisico. Situazione che è stata sfruttata dagli spiriti maligni che volevano appropriarsi del corpo vuoto.

Raccomandato

Olivo
2020
biografia
2020
Carnaval
2020