candela

Il termine candela può avere vari significati, uno di questi è che è un pezzo di paraffina o cera che contiene uno stoppino e che sporge per essere acceso. Questo stoppino è realizzato in cotone o fibra, disposto a spirale, lo spessore dello stoppino dipenderà dalla quantità di fibre che lo compongono. E il livello di finezza di queste fibre. Le candele fatte di sego, hanno stoppini spessi, in modo che la fiamma sia lontana dal grasso.

candela

Questo oggetto viene utilizzato come fonte di luce . Le candele nacquero durante il cristianesimo, si dice che i primi credenti non potessero incontrarsi per predicare la loro religione in pubblico, quindi dovevano nascondersi per celebrare le cerimonie del loro credo, normalmente lo facevano in luoghi sotterranei, quindi erano furono costretti a usare luci e torce per vedere. E una volta che furono in grado di costruire altari e templi, lo fecero in modo tale che la luce non entrasse del tutto, poiché la scarsa illuminazione all'interno dei templi ispirava rispetto e venerazione. Questo è il motivo per cui si ritiene che questa sia stata l'origine dell'inserimento delle candele nelle chiese. E sebbene all'inizio siano stati realizzati a causa della mancanza di luce, nel tempo sono visti come un elemento ornamentale, facente parte della decorazione di ogni evento.

D'altra parte, la vela è anche chiamata un pezzo di stoffa o un foglio di plastica, che serve a spingere una nave, attraverso l'azione del vento. Queste vele sono classificate in: vele quadrate o quadrate, queste sono così chiamate in base alla loro disposizione sull'albero, sono disposte in ordine crescente: quelle del mainmast, quelle del cricchetto e quelle del legno di mezzana. Le vele a coltello sono così chiamate per la loro posizione al centro della nave, che attraversa l'albero.

Allo stesso modo, esiste uno sport chiamato regate veliche, che consiste in una gara di barche a vela, che fa parte di alcune discipline sportive.

Raccomandato

Sociedad civil
2020
entalpia
2020
Dedicatoria
2020