Biologia evolutiva

La biologia evolutiva è il ramo o la disciplina della biologia che ha il compito di studiare l'origine delle specie e i loro cambiamenti, diffusione, differenziazione e qualsiasi processo evolutivo che si presenta nel tempo, in breve, studiato dall'inizio della specie che comprende tutte le trasformazioni subite da questa specie nel tempo, poiché è responsabile dell'identificazione di ciascuna specie con la sua capacità di riprodurre e confrontare i cambiamenti osservati tra ogni generazione delle specie studiate.

Per comprendere meglio questo contesto, è necessario fornire una chiara definizione di evoluzione ; l'evoluzione è definita come il cambiamento progressivo o successivo a cui subisce una popolazione, questo è influenzato dalle caratteristiche dell'ambiente in cui vive, questi cambiamenti sono trasmessi senza essere alterati alle generazioni successive poiché i cambiamenti sono fatti a livello della struttura genetica di individui appartenenti alle specie che subiscono variazioni evolutive.

Biologia evolutiva

In qualsiasi ambiente, gli individui di ogni specie si riproducono e ogni individuo deve competere con quelli della stessa specie per la propria sopravvivenza . In questo modo, secondo i postulati della biologia evolutiva, sopravvivono solo gli esseri viventi che meglio si adattano al loro ambiente. Questo perché ogni individuo è diverso dagli altri e solo quelli le cui caratteristiche sono utili possono sopravvivere.

Questa concezione della vita si basa sulla ricerca dello scienziato britannico Charles Darwin (1809-1882). Secondo Darwin, il processo che spiega i cambiamenti in ogni specie è noto come selezione naturale.

La teoria dell'evoluzione di Darwin è stata esposta nel suo lavoro "L'origine delle specie", un'opera che ha rivoluzionato la biologia, altre branche della conoscenza e la visione del mondo in generale. Darwin ha spiegato la complessità e la diversità della vita nel suo insieme.

Le basi della selezione naturale . Prima delle spiegazioni di Darwin, si credeva che la specie fosse stata creata per mano di Dio. Le sue indagini hanno contribuito a una concezione molto diversa.

In conclusione, la biologia evolutiva si concentra su processi competitivi che causano variazioni genetiche tra le popolazioni attraverso la selezione naturale, la selezione naturale è una teoria proposta da Charles Darwin, questa teoria espone o identifica i cambiamenti che vengono generati in una popolazione per raggiungere l'adattamento secondo la letteratura, l'evoluzione è il pilastro fondamentale per lo studio della biologia, poiché li interconnette e ci consente di avere un concetto globale di scienze biologiche.

Raccomandato

dessert
2020
brama
2020
adobe
2020