biolisciviazione

La parola bioleaching è descritta come un processo naturale; questo processo è anche noto come "Lisciviazione batterica", consiste nel trattamento di minerali solforati mediante l'azione di batteri come il Tiobacillus Ferrooxidans al fine di ossidare tali minerali in cerca della liberazione dei valori metallici che possiedono . In altre parole, è un processo naturale che si manifesta dall'attacco di un gruppo di batteri che sono responsabili dell'ossidazione dei minerali di zolfo per il loro cibo, provocando la fuga di ciascuno dei metalli in essi contenuti. Questa tecnica viene generalmente utilizzata per il recupero di alcuni metalli come oro, argento, rame, ecc.

biolisciviazione

Come è ben detto, il bioleaching viene utilizzato per il trattamento di alcuni minerali, in particolare nei minerali solforati contenenti oro con l'aiuto del batterio Thiobacillus Ferrooxidans, il cui scopo è ossidare quelle specie ridotte di zolfo in solfato e lo ione ferroso in ione ferrico.

Nella lisciviazione batterica, si verifica un processo di separazione che si differenzia dal processo di lisciviazione poiché nella prima si verifica con organismi viventi, cioè batteri, dove il più noto è il suddetto Thiobacillus ferroxidans. Va notato che questi batteri possono essere classificati come innocui per l'ecosistema e per l'uomo, non rilascia alcun tipo di gas tossico o corrosivo e richiede poca energia, essendo visto come qualcosa di positivo e caratteristico dei batteri; Inoltre, si nutrono di alcuni minerali come zolfo, ferro o arsenico, che sono elementi generalmente adiacenti ai solfuri di rame e devono essere rilasciati per ripristinare il rame in uno stato più puro.

Raccomandato

risignificazione
2020
lignaggio
2020
deliberato
2020