bassezza

La parola umiltà deriva dal latino humilitas, che significa "bloccato per terra". È una virtù morale contraria all'orgoglio, che l'essere umano possiede nel riconoscere le sue debolezze, qualità e capacità e trarne vantaggio per lavorare per il bene degli altri, senza dirlo. In questo modo tiene i piedi per terra, senza vane evasioni alle chimere dell'orgoglio.

L'umile riconosce la sua dipendenza da Dio ; non cerca il dominio sui suoi simili, ma impara a dare loro valore sopra di sé. L'apostolo Paolo una volta disse che non avremmo dovuto avere un'opinione più alta di noi stessi di quanto avremmo dovuto. Così è l'umile, non guarda il suo, ma quello degli altri. Viene in aiuto degli afflitti, tende la mano ai bisognosi. Viene per servire e non è stato servito.

L'umiltà consente a una persona di essere affidabile, flessibile e adattabile. Quando si diventa umili, si acquisisce grandezza nei cuori degli altri. Chi è la personificazione dell'umiltà farà lo sforzo di ascoltare e accettare gli altri, più accetti gli altri, più sarai valutato e più sarai ascoltato.

bassezza

L'umiltà involontariamente rende degno di adulazione. Il successo nel servire gli altri deriva dall'umiltà, maggiore è l'umiltà, maggiore è la realizzazione. Non ci può essere alcun beneficio per il mondo senza umiltà.

Questa virtù nella leadership è chiaramente vista quando i protagonisti diventano accessibili ai loro leader. L'umiltà ci dice che non esiste un piccolo concorrente; cioè, gli altri non sono inferiori a noi. Ad esempio, in un'azienda, se l'umiltà interviene in ciascuna delle operazioni manageriali, diagnosi, decisione e comando, avrai un'azienda leader, non c'è peggior nemico per la crescita di un'azienda che l'orgoglio.

D'altra parte, è necessario che i genitori, ad esempio, insegnino ai loro figli a praticarlo in famiglia, a scuola e con gli amici. È anche importante che ci sia umiltà nel nucleo familiare, rispettando l'individualità di ciascuno, senza impiegare le competenze tra i membri o cercando di essere migliore degli altri, ma apprezzando le cose buone di ciascuno, sebbene siamo diversi, dobbiamo imparare vivere con le nostre differenze.

Raccomandato

romanticismo
2020
Lesa Humanity
2020
introspezione
2020