Astrazione geometrica

L'arte astratta è una delle forme di espressione che genera più interesse per l'arte . Questo perché utilizza un gran numero di elementi, come colore, forma, linee o trame. La sua popolarità era in forte espansione per gran parte del 20 ° secolo, rimanendo valida fino ad oggi. L'astrazione geometrica è uno dei tanti aspetti che l'arte astratta ha, caratterizzato dall'uso di diverse forme geometriche, organizzate in modo "logico", per ricreare una certa forma.

Astrazione geometrica

Tecnicamente, le opere composte in uno stile simile a quello dell'astrazione geometrica sono disposte in modo da non rappresentare entità o oggetti che possono essere palpabili nella realtà. Va notato che, allo stesso modo, gli artisti che difendono questa peculiare espressione, sostengono che cercano di rendere questo qualcosa universale e, soprattutto, oggettivo, attraverso l'uso razionale delle diverse forme neutre e semplici; Inoltre, sostengono che le linee conferiscono all'opera un tono delicato, chiaro e con una precisione fredda. Il suo predecessore più importante era Wassily Kandinsky, un pittore russo che si trasferì in Europa esponendo le virtù artistiche che l'astrazione portava con sé.

Tra i suoi antenati possiamo citare il suprematismo, un movimento promosso dall'artista russo Kasimir Malevich, intorno all'anno 1915, la cui caratteristica più notevole era la gamma ridotta di forme e colori utilizzati per realizzare i dipinti; Fu chiamata "una delle forme più pure di arte astratta". Allo stesso modo, il neoplasticismo, che osa Piet Mondrian come il suo più grande esponente, si distinse per decomporre la forma di ciò che rappresentavano solo le sagome più elementari, con i colori primari; una delle frasi più famose del suddetto artista, detta: "Ogni vero artista è sempre stato inconsciamente mosso dalla bellezza della linea, dal colore e dalle relazioni tra di loro, e non da ciò che sono in grado di rappresentare".

Raccomandato

Battisti
2020
oligarchia
2020
locanda
2020