apocalisse

Etimologicamente la parola apocalisse deriva dal greco "apoccalupsis" che significa "rivelazione". È considerato l'ultimo libro del Nuovo Testamento in cui è scritto come una profezia ciò che il mondo detiene in futuro. Chiamato anche libro delle rivelazioni, è un libro unico, considerato dagli esperti di letteratura come un testo basato esclusivamente sul profetico, ha un gran numero di simboli che possono essere un po 'complicati da interpretare, motivo per cui è stato motivo di molte indagini e interpretazioni nel corso della storia. La Chiesa cattolica concede la paternità di questo libro all'apostolo San Giovanni, oltre a considerare che questo scritto appartiene alle Sacre Scritture, quindi devono essere accettati e creduti come parte della dottrina cattolica.

apocalisse

L'apocalisse è un libro il cui genere letterario è apocalittico. Normalmente questa categoria di testi veniva usata in tempi di persecuzione, essendo una letteratura forte che cerca di fornire speranza ai perseguitati. Quando questo libro è stato scritto, il popolo cristiano è stato vittima di grandi persecuzioni, ecco perché il suo contenuto è pieno di simboli, cifre e numeri, in modo che i persecutori non potessero interpretarlo .

Nell'apocalisse, l'uso dei numeri è stato usato come simboli, ad esempio il numero 7 significa "perfezione", il numero 6 indica "imperfezione", poiché manca uno dei sette e l'imperfezione massima è sei triplicata (666) che simboleggia il numero della bestia, il numero del Male (Apocalisse 13-18). Oltre ad essere un testo apocalittico, è anche profetico, la sua profezia più persistente e fondamentale è che i difensori del bene saranno sempre perseguitati dal male. Ma cadrà sempre prima del bene, poiché Dio vincerà il Male.

La profezia dice che Dio verrà per riparare la sua dimora tra l'umanità, e l'amore e la pace regneranno.

Raccomandato

Comprensione scritta
2020
Scrittura glifica
2020
Mural
2020